• Google+
  • Commenta
16 maggio 2014

Jazz all’Università di Verona con Battiti di Primavera

Università degli Studi di Verona – Battiti di primavera #nelcuoredellamusicajazz

Si chiuderà al ritmo di jazz lunedì 19 maggio la rassegna “Battiti di primavera #nelcuoredellamusica”, l’iniziativa Jazz proposta dall’ateneo grazie alla collaborazione dell’Accademia Filarmonica e del Conservatorio statale di musica “Dall’Abaco” di Verona. Alle 18, nella cornice di Sala Barbieri di Palazzo Giuliari,  Daniele Rotunno al pianoforte e alla tastiera, Carlo Alberto Danieli al basso elettrico e Silvano Martinelli alla batteria eseguiranno brani di Ellington, Henderson, Pasetto e altri grandi nomi del panorama jazzistico internazionale.

Gli studenti del dipartimento di musica jazz del conservatorio Dall’Abaco eseguiranno “Amalia” di Kirk Degiorgio, “Binte” di Emanuele Zanfretta, “Doin’ Something” di Soulive, “Estate” di Bruno Martino, “Footprints” di Wayne Shorter, “In a Sentimental Mood” di Duke Ellington. E ancora “Monica’s Dream”di Marco Pasetto, “Old Worn Shoes”di Rose Ann Dimalanta, “Recorda-Me” di Joe Henderson, “Softly, as in a Morning Sunrise” di Sigmund Romberg e Oscar Hammerstein, per chiudere con “Take the “A” Train” di Billy Strayhorn e “When I Fall in Love” di Victor Young ed Edward Heyman.

Il concept grafico e il titolo dell’iniziativa Jazz sono nati da un’idea di Chiara Clerici, Silvia Brunelli e Eugenia Ragnoli, studentesse selezionate all’interno del corso di Storia della musica moderna e contemporanea. I concerti sono realizzati in sinergia con il Consiglio degli studenti dell’università. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Si prega di presentarsi entro le 17.45.

Google+
© Riproduzione Riservata