• Google+
  • Commenta
25 settembre 2014

Ricerca e Scienza dell’Università di Ferrara alla Notte dei Ricercatori

24 Settembre Notte dei ricercatori

Università degli Studi di Ferrara – La Notte dei Ricercatori 2014: Venerdì 26 settembre la Ricerca e la Scienza di Unife scendono in piazza nella città e per la città

Ricerca e scienze alla notte dei ricercatori

Ricerca e scienze alla notte dei ricercatori

Una Notte all’insegna della Ricerca e della Scienza, della passione dei suoi protagonisti, i Ricercatori, ma anche dei giochi, della curiosità, del dibattito scientifico, della partecipazione e del piacere di conoscersi, una Notte nella città e per la città.

E’ tutto questo e molto di più la Notte dei Ricercatori 2014 che vedrà, venerdì 26 settembre dalle ore 15 alle ore 24, la nostra città e il suo centro storico animarsi di parole, luci, suoni, colori, con protagoniste la Scienza e la Creatività.

L’Università scende quindi in Piazza Municipale, apre le porte dei laboratori per far scoprire ciò che quotidianamente accade tra le loro mura, si inventa modi semplici e divertenti per far conoscere ai cittadini, ai bambini e alle loro famiglie, il mestiere e la missione del ricercatore.  A coinvolgere il pubblico conferenze, esperimenti, spettacoli, lezioni aperte, show cooking, volti a far conoscere anche le competenze dei nostri scienziati nei diversi settori scientifici, dalla materie umanistiche a quelle economiche, dall’urbanistica alla medicina, dall’alimentazione al patrimonio geologico.

Denominatore comune dell’edizione di quest’anno è la sostenibilità, paradigma centrale di tutte le attività di ricerca, di formazione e di gestione svolte dall’Università di Ferrara, al fine di sviluppare, promuovere ed incrementare progetti, strategie ed azioni coerenti con un concreto “sviluppo sostenibile”.

I “camici bianchi della scienza” si ritroveranno quindi nella splendida cornice di Piazza Municipale, dove nei gazebo e negli spazi dedicati, si svolgerà l’incontro tra Scienza e città. Un grande e prestigioso palcoscenico a cielo aperto a disposizione dei protagonisti della  ricerca, che guideranno il pubblico in un viaggio tra le scoperte della medicina, della chimica, della tecnologia, dell’arte, della salute e del benessere.

A parlare delle “sue” ricerche anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che in un apposito gazebo, illustrerà le attività della Notte Europea dei Ricercatori, organizzate nell’ambito del progetto DREAMS , coordinato da Frascati Scienza e finanziato dalla Commissione Europea.

Non solo. Presenza ormai consolidata quella dell’European Corner che fornirà informazioni sulla mobilità europea ed extraeuropea.

Nota “musicale” della Notte dei Ricercatori alle 21,15 alla Sala Estense, con il concerto live di Luca Bretta & Elis, che proporrà un repertorio di inediti e cover pop/rock.

Un pomeriggio e una notte speciale per far comprendere il lavoro quotidiano del ricercatore, scoprendo quanto fondamentale sia per la qualità di vita di ognuno di noi  l’attività di ricerca scientifica che quotidianamente si svolge tra le mura dell’Università.

Google+
© Riproduzione Riservata