Fav
  • Google+
  • Commenta
3 novembre 2014

AISSA 2014 a Giovanni Benelli dell’Università di Pisa

Università degli Studi di Pisa – Il premio AISSA 2014 a Giovanni Benelli

AISSA 2014 a Benelli

AISSA 2014 a Benelli

Il giovane assegnista di ricerca del dipartimento di Scienze agrarie è stato premiato per la miglior tesi di dottorato nell’ambito “Protezione delle piante”

Come di consuetudine, l’Associazione Italiana delle Società Scientifiche Agrarie AISSA ha selezionato il vincitore del Premio AISSA 2014 per la migliore tesi di dottorato di ricerca discussa nel precedente anno accademico.

Premio AISSA 2014

Nell’ambito scientifico-disciplinare “Protezione delle piante” il Premio AISSA 2014 è stato attribuito a Giovanni Benelli, 27 anni, ricercatore del dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell’Università di Pisa.

Benelli ha condotto il suo dottorato di ricerca presso la scuola di dottorato in Scienze agrarie e veterinarie (Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa), ed è stato premiato per la sua tesi, intitolata “Visual and olfactory cues perceived during reproductive behaviour by the fruit flies parasitoid Psyttalia concolor (Hymenoptera: Braconidae)”, focalizzata sul controllo eco-compatibile dei Ditteri Tefritidi, noti anche come mosche della frutta, mediante agenti di controllo biologico. I risultati contenuti nella tesi dottorale di Benelli sono stati oggetto di pubblicazione in 9 articoli su riviste internazionali con impact factor. La premiazione avrà luogo il 6 novembre 2014 a Sassari, in occasione del XII Convegno AISSA.

Attualmente, Benelli svolge la sua attività di ricerca come assegnista di ricerca presso il dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell’Università di Pisa, dove si occupa di ecologia comportamentale di organismi utili in lotta biologica, con particolare riferimento al ruolo evolutivo dell’aggressività e all’apprendimento di stimoli visivi e olfattivi in contesti riproduttivi. Nel complesso, la sua attività ha portato alla pubblicazione di oltre 70 articoli, di cui 55 su riviste internazionali.

Google+
© Riproduzione Riservata