• Google+
  • Commenta
12 gennaio 2015

Giuseppe Iannaccone di Unipi nominato Fellow dell’IEEE

Giuseppe Iannaccone

Università degli Studi di Pisa – Riconoscimento internazionale per docente dell’Ateneo pisano

Giuseppe Iannaccone

Giuseppe Iannaccone

Giuseppe Iannaccone del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione è stato nominato Fellow dell’Institute of Electronic and Electrical Engineers (IEEE)

Giuseppe Iannaccone del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa è stato nominato Fellow dell’Institute of Electronic and Electrical Engineers (IEEE) a partire dal primo gennaio di quest’anno. Il professore ha ricevuto il riconoscimento per i suoi contributi allo sviluppo di modelli dei processi di conduzione e rumore in dispositivi nanoelettronici.

Le dichiarazioni di Giuseppe Iannaccone

“La comprensione del funzionamento dei dispositivi a semiconduttore in scala nanometrica  – ha spiegato Giuseppe Iannaccone – rende possibile il continuo progresso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) che ha portato potentissimi strumenti di comunicazione e di calcolo in ogni tasca”.

Il titolo di Fellow, conferito dal consiglio direttivo,  è il grado più elevato che un socio può raggiungere all’interno dell’IEEE ed è riconosciuto dalla comunità scientifica come un onore prestigioso e un importante traguardo della carriera. La IEEE è l’associazione professionale più grande del mondo dedicata al progresso della tecnologia che conta 40.0000 soci in 160 paesi, comprendendo un ampio spettro di settori che vanno dai sistemi aerospaziali, i calcolatori, le telecomunicazioni, ai sistemi biomedicali, i sistemi elettrici e l’elettronica di consumo.

Giuseppe Iannaccone si è laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Pisa nel 1992 e ha ricevuto un Ph.D dalla stessa università nel 1996 dove adesso è professore ordinario di Elettronica. I risultati della sua attività scientifica sono stati pubblicati in più di 160 articoli in riviste internazionali con peer review e in più di 120 articoli in atti di conferenze internazionali. Ha coordinato inoltre alcuni progetti di ricerca Europei e nazionali con ampi partenariati, e progetti di trasferimento di tecnologie avanzate.

Google+
© Riproduzione Riservata