• Google+
  • Commenta
3 agosto 2015

Radioeco, la web radio degli studenti dell’Università di Pisa

Radioeco

Università degli Studi di Pisa – Una nuova stagione per Radioeco, la web radio degli studenti dell’Università di Pisa

Radioeco

Radioeco

Radioeco ha un nuovo station manager e un direttivo, ed è in cerca di collaboratori per il prossimo anno

È tempo di bilanci e cambiamenti in casa Radioeco, la web radio degli studenti dell’Università di Pisa che chiude la stagione con numeri da record: 30 programmi nel palinsesto settimanale con 300 puntate registrate; più di 14 mila ascoltatori live e oltre 20 mila ascolti dei podcast; quasi 190 mila accessi alla pagina e alla sezione blog che conta almeno 400 articoli pubblicati.

È una macchina organizzativa complessa, con più di un centinaio i membri dell’organico, ma che funziona e che si prepara a crescere ancora. Fissata infatti al 31 agosto la scadenza per compilare la domanda di recruitment pubblicata sul sito della radio in cui si distinguono i vari profili: tecnico, speaker, blogger, redattore.

Ma oltre al ricambio fisiologico dello staff, si annuncia anche un importante rinnovo in seno al direttivo, ufficializzato la settimana scorsa nelle sale del rettorato in compagnia del Comitato dei Garanti, formato da Marco Guidi, prorettore alla Comunicazione, Rosalba Tognetti, prorettrice agli Studenti, e dalla professoressa Dianora Poletti.

Le novità di Radioeco Università di Pisa: Fabiano Catania nuovo station manager

La novità sta nel passaggio di testimone dallo storico station manager e fondatore, Francesco Cito, che dal 2008, anno di nascita della radio, ha seguito e coordinato tutte le attività fino ad oggi, a Fabiano Catania che dopo un anno di pratica si prepara alla gestione affiancato dagli altri membri del direttivo Caterina Pinzauti, Adriana Vernice, Francesca Giannaccini e Nicolò Caltabellotta.

Nuova direzione, nuovo organico, nuova stagione ma la musica non cambia. Tanti già i progetti in cantiere – a partire da una più forte presenza ad eventi come il prossimo Internet Festival – finalizzati a far conoscere ancora di più quello che è nato come un piccolo esperimento online e che sta formando negli anni, “la voce degli studenti dell’Università di Pisa”

Google+
© Riproduzione Riservata