• Google+
  • Commenta
25 Gennaio 2019

Esperto nella gestione della tesoreria di impresa a Unimore

Master nel settore immobiliare
Esperto nella gestione della tesoreria di impresa a Unimore

Esperto nella gestione della tesoreria di impresa a Unimore

II edizione corso perfezionamento “Esperto nella gestione della tesoreria di impresa”.

Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione, proposta dal Dipartimento di Economia Marco Biagi di Unimore, del corso di perfezionamento dedicato alla formazione di “Esperto nella gestione della tesoreria di impresa”. Il corso, che accoglierà un massimo di 25 iscritti, formerà figure che possano essere inserite in azienda. In qualità di professionisti nella gestione delle attività di tesoreria aziendale. Come responsabili dell’elaborazione e dell’attuazione delle politiche monetarie d’impresa.

Le domande di ammissione andranno presentate entro venerdì 15 febbraio 2019.  

Visto il successo della prima edizione, il Dipartimento di Economia Marco Biagi propone anche quest’anno nella sua offerta didattica il corso di perfezionamento, unico in Italia.

Dedicato a “Esperto nella gestione della tesoreria di impresa” sotto la direzione del prof. Andrea Landie del prof. Alessandro Giovanni Grassodi Unimore.

Il corso formerà figure che potranno essere inserite in azienda in qualità di professionisti nella gestione delle attività di tesoreria aziendale. Come responsabili dell’elaborazione e dell’attuazione delle politiche finanziarie d’impresa. I partecipanti saranno in grado di sviluppare capacità gestionali. Inerenti la rendicontazione dei flussi monetari generati dall’attività di impresa. L’identificazione dei principali rischi finanziari. Saranno inoltre in grado di gestire le relazioni con controparti finanziarie, in particolare creditizie.

Il corso è frutto della collaborazione con AITI, l’Associazione italiana dei tesorieri di impresa, con Docfinance, software house. Specializzata in strumenti per la gestione della tesoreria di impresa ed è realizzato con il supporto organizzativo della Fondazione Marco Biagi.

Esperto nella gestione della tesoreria di impresa: il punto di Andrea Landi Unimore

Il corso offre una interessante opportunità di specializzazione. – Afferma il prof. Andrea Landi di Unimore – In un ambito della gestione aziendale. Che diventa centrale per governare un contesto caratterizzato da incertezza economica e da innovazione finanziaria. Le imprese sentono il bisogno di una gestione finanziaria bene allineata agli obiettivi strategici. Che possono riguardare la crescita così come processi di riorganizzazione aziendale. Il governo dei flussi monetari e finanziari diventa così la condizione necessaria per un efficace gestione aziendale”.

La figura del tesoriere sta emergendo. – Afferma Fabrizio Masinelli, Presidente AITI. – Assumendo ancora più importanza di quanta se ne fosse immaginata negli ultimi anni. Le istituzioni finanziarie hanno tutto l’interesse a mantenere rapporti con aziende in cui l’ufficio tesoreria è aggiornato. E presenta una forte propensione alla formazione ed all’informazione. Le aziende hanno l’interesse a dominare un ambito della gestione centrale. Per la sostenibilità e lo sviluppo delle proprie strategie”.

Il Dipartimento di Economia Marco Biagi – afferma il prof. Alessandro Giovanni Grasso di Unimore – è attento alle tendenze lavorative. E attraverso questo corso vuole contribuire a formare delle figure professionali di cui c’è molto bisogno. Certificandone le competenze ed affiancando la meritevole attività di AITI”.

Esperto nella gestione della tesoreria di impresa: Mauro Tranquilli

Mauro Tranquilli, Amministratore di Doc Finance Srl, conferma “che è nel Dna della nostra società investire su diverse iniziative formative. “Quest’iniziativa ci permette di incontrare professionisti del settore, neo laureati e chiunque abbia interesse ad approfondire. Per spiegare qual è il ruolo della tesoreria in azienda. Quali sono i più moderni strumenti in grado di supportarli.

Gli argomenti trattati verteranno sui seguenti temi:

  • La tesoreria e lo sviluppo dell’attività all’interno della gestione aziendale,
  • La funzione e l’organizzazione della tesoreria in azienda;
  • Le analisi tipiche della tesoreria ed il rapporto banca-impresa;
  • La pianificazione finanziaria e la centralità del cash flow, del cash management e del cash pooling nelle scelte d’impresa;
  • La gestione del passivo, della liquidità, dei rischi finanziari in azienda;
  • L’importanza di una buona comunicazione finanziaria e le pratiche per perseguirla;
  • La definizione di una procedura di tesoreria; il cybercrime ed i crediti documentari.

Il corso prevede un impegno di circa 400 ore complessive. Di cui 135 di lezioni frontali, che varranno il riconoscimento di 16 Crediti Formativi Universitari. Previo superamento della prova finale.

Le lezioni, che si terranno a Modena da febbraio a giugno 2019 si avvarranno dell’utilizzo di un software. Attraverso cui verranno simulate tutte le operazioni che riguardano la gestione della tesoreria.

A questa offerta didattica possono accedere un massimo di 25 iscritti in possesso di qualsiasi titolo di laurea. Oppure persone che hanno maturato esperienze professionali nell’ambito della funzione di tesoreria aziendale di almeno cinque anni.

Possono altresì essere ammessi al corso, in qualità solo di uditori, senza quindi il riconoscimento di CFU, un numero massimo di 4 persone. Che abbiano conseguito un attestato di frequenza e merito rilasciato da AITI.

Costi del costo di esperto nella gestione della tesoreria di impresa

Il contributo per partecipare è di 2.250 euro, con una riduzione del 20% per gli associati AITI.

Le domande di ammissione al corso, la cui modalità di selezione avverrà per titoli. Dovranno essere presentate entro venerdì 15 febbraio 2019 alle ore 14.00. Esclusivamente con la seguente procedura informatica. – Via Internet, collegandosi al sito Internet dell’Ateneo.

Chi si è già registrato, deve scegliere la voce “Login” e seguire questo percorso. Inserire il nome utente, la password. Poi, nell’Area Studente, seguire “Ammissione” – “Iscrizione” – “Corsi di Perfezionamento”). Per la domanda di ammissione è previsto il versamento di € 41,00 (comprensivo del contributo per prestazioni amministrative di € 25,00 e dell’imposta di bollo di € 16,00), Non rimborsabile.

Google+
© Riproduzione Riservata