• Google+
  • Commenta
4 Febbraio 2019

Cantico dei cantici di Roberto Latini a Università Cà Foscari

Cantico dei cantici di Roberto Latini
Cantico dei cantici di Roberto Latini

Cantico dei cantici di Roberto Latini

Al Teatro Cà Foscari di Venezia riparte con Cantico dei cantici di Roberto Latini aggiunta di una replica straordinaria sabato 9 febbraio 2019.

Riprende la programmazione di Teatro Ca’ Foscari per il 2019 con lo spettacolo Cantico dei Cantici, con Roberto Latini. Lo spettacolo registra il tutto esaurito per il primo spettacolo e deve aggiungere una replica straordinaria sabato 9 febbraio, alle ore 16. Per consentire a tutte le persone che non hanno trovato la disponibilità per la sera di venerdì 8 febbraio, di poterlo vedere.

Dopo aver chiuso il 2018 con i progetti collegati ai 150 anni dell’Ateneo, è ripartita con successo la programmazione di Teatro Ca’ Foscari. Propone, oltre all’ampia offerta di laboratori e workshop, alcuni spettacoli perlopiù collegati a giornate di studio. A tematiche trattate nei corsi universitari, a conferma della propria vocazione a formare e ricercare.

Apre il programma Cantico dei Cantici, con Roberto Latini, che con questo spettacolo ha vinto il Premio UBU 2017 come miglior attore.

Roberto Latini è una delle figure più significative della scena teatrale contemporanea. un virtuoso della voce che utilizza come un vero e proprio strumento. In questo spettacolo, che si nutre di una materia poetica assai potente, la voce di Latini si fa corpo e raggiunge una delle sue massime espressioni.

Cantico dei cantici di Roberto Latini al teatro Cà Foscari

Il Cantico dei Cantici è uno dei testi più antichi di tutte le letterature. Pervaso di dolcezza e accudimento, di profumi e immaginazioni, è uno dei più importanti, forse uno dei più misteriosi; un inno alla bellezza, insieme timida e reclamante, un bolero tra ascolto e relazione, astrazioni e concretezza, un balsamo per corpo e spirito.

Se lo si legge senza riferimenti religiosi e interpretativi, smettendo possibili altre chiavi di lettura, rinunciando a parallelismi, quasi incoscientemente, se lo si dice senza pretesa di cercare altri significati, se si prova a non far caso a chi è che parla, ma solo a quel che dice, senza badare a quale sia la divisione dei capitoli, le parti, se si prova a stare nel suo movimento interno, nella sua sospensione, può apparirci all’improvviso, col suo profumo, come in una dimensione onirica, non di sogno, ma di quel mondo, forse parallelo, forse precedente, dove i sogni e le parole ci scelgono e accompagnano.

Spettacolo Cantico dei cantici di Roberto Latini a ingresso libero

Attore, autore e regista, Roberto Latini si è formato presso lo Studio di Recitazione e di Ricerca teatrale diretto da Perla Peragallo, dove si è diplomato nel 1992.

Vincitore negli anni dei premi intitolati Wanda Capodaglio, Prova d’Attore, Bruno Brugnola e Sergio Torresani, ha ricevuto nel 2011 il Premio Scenario, il Premio UBU 2014 come Miglior Attore e il Premio della Criitca dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2015, il Premio UBU 2017 come Miglior Attore.

È il fondatore della compagnia Fortebraccio Teatro con la quale ha intrapreso negli ultimi vent’anni una personalissima ricerca che ha al suo centro l’arte e la responsabilità dell’attore, e come campo d’azione la drammaturgia dei classici e la scrittura scenica.

È laureato in Metodologia e Critica dello Spettacolo presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Nei giorni 7 e 8 febbraio, Roberto Latini condurrà, presso il Teatro Ca’ Foscari, il workshop Where is this sight?

Prossimi appuntamenti al teatro Cà Foscari di Venezia

Tra le prossime proposte di di Teatro Cà Foscari Rewind, spettacolo della Compagnia Deflorian/Tagliarini. Dedicato a Café Müller di Pina Bausch. Proposto da Susanne Franco, docente di Storia della danza a Ca’ Foscari, in occasione del decennale della scomparsa della coreografa tedesca; Ellis Island, in cui Maurizio Igor Meta narra del suo viaggio sulle tracce del cammino intrapreso dal bisnonno partito per l’America alla fine dell’800, organizzato in collaborazione con il Master sull’Immigrazione; Country Music – Una storia Americana, uno spettacolo in cui attori e musicisti raccontano la storia della musica country attraverso la vita di un immigrato nel nuovo continente, presentato in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali.

Google+
© Riproduzione Riservata