• Google+
  • Commenta
6 Febbraio 2019

Tumore al polmone e mesotelioma pleurico maligno: ricerca Unipr

Tumore al polmone e mesotelioma pleurico maligno
Tumore al polmone e mesotelioma pleurico maligno

Tumore al polmone e mesotelioma pleurico maligno

La ricercatrice dell’Università di Parma Graziana Digiacomo, è stata premiata per un importante contributo scientifico sul tumore al polmone e mesotelioma pleurico maligno.

Graziana Digiacomo, del Laboratorio di Oncologia Sperimentale dell’Università di Parma, ha vinto il premio di 1000 euro per il miglior lavoro scientifico sul mesotelioma pleurico maligno.

La dott.ssa Digiacomo è titolare di un assegno di ricerca pluriennale. 

Ma con il mesotelioma pleurico maligno e cosa esprime la ricerca della Digiacomo sul tumore al polmone?

Quali sono le novità su questa aggressiva malattia che l’università di Parma a compiuto?

Il mesotelioma pleurico maligno è un tumore che insorge prevalentemente nella pleura.

Pur essendo considerato un tumore raro, la sua incidenza è in costante aumento e nell’80% dei casi è riconosciuta la correlazione con l’esposizione professionale o ambientale all’amianto.

É dimostrato che anche l’esposizione a dosi molto basse di amianto possa essere sufficiente per determinare a distanza di 30- 40 anni la comparsa del tumore. Si tratta di una neoplasia molto aggressiva. La cui diagnosi viene fatta in fase già avanzata della malattia. I trattamenti disponibili attualmente in prima linea sono estremamente deludenti. Con una percentuale di progressione o recidiva molto elevate, e ad oggi non esiste nessun trattamento efficace in seconda linea.

Ricerca Università di Parma: Tumore al polmone e mesotelioma pleurico maligno

La ricerca oggetto del riconoscimento ha dimostrato che inibitori selettivi di CDK4/6, proteine coinvolte nel controllo del ciclo cellulare, possano rappresentare una promettente nuova classe di farmaci antitumorali per il trattamento del mesotelioma. Soprattutto quando utilizzati in associazione con inibitori della via di segnalazione PI3K/AKT/mTOR.

I risultati ottenuti potrebbero costituire la base per un nuovo trattamento del mesotelioma pleurico maligno. In tumori caratterizzati dalla presenza di specifiche alterazioni molecolari predittive di risposta a questi inibitori.

In questo contesto è importante sottolineare la costante collaborazione dei ricercatori del Laboratorio di Oncologia Sperimentale dell’Unipr. Con un gruppo di ricerca dell’Unità di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma coordinato dal prof. Marcello Tiseo.

Google+
© Riproduzione Riservata