• Google+
  • Commenta
12 Febbraio 2019

Università Bicocca alle Maldive con un centro di ricerca

Università Bicocca alle Maldive con un centro di ricerca
Università Bicocca alle Maldive con un centro di ricerca

Università Bicocca alle Maldive con un centro di ricerca

Rinnovato fino al 2030 l’accordo con il Governo maldiviano: continua l’impegno dell’Università Bicocca alle Maldive.

Siglato l’accordo tra l’Università di Milano-Bicocca e il Governo della Repubblica delle Maldive per il rinnovo della presenza dell’Ateneo nell’isola di Magoodhoo attraverso il suo centro di ricerca MaRHE Center.

Intesa con l’UNICEF per contribuire al miglioramento delle condizioni sociali dei bambini e dei giovani maldiviani.

Prosegue l’attività scientifica e didattica dell’Università di Milano-Bicocca alle Maldive.

E’ stato firmato l’accordo tra l’Ateneo milanese e il Ministero degli Affari esteri maldiviano per il rinnovo della presenza dell’Università attraverso il suo centro di ricerca MaRHE Center. Situato sull’isola di Magoodhoo nell’atollo di Faafu, fino al 2030.

Il MaRHE Center, un vero e proprio campus in miniatura in grado di ospitare sino a 40 persone al giorno fra ricercatori e studenti da tutto il mondo. E’ dotato di strutture all’avanguardia per svolgere attività di ricerca e insegnamento. Il rinnovo dell’accordo fino al 2030, anche alla luce della firma da parte del Ministero degli Affari esteri della Repubblica delle Maldive, rappresenta un successo per il centro. Perché permetterà una forte continuità e un ulteriore consolidamento in tutti i suoi ambiti di attività. Confermandone la valenza multipla: scientifica, didattica, di terza missione e internazionalizzazione.

Università Bicocca alle Maldive con un centro di ricerca: accordo con UNICEF

L’Università di Milano-Bicocca e il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) hanno stretto un accordo per promuovere e potenziare la reciproca collaborazione. Attività che avverrà nella ricerca, nell’educazione e nel trainingper. Il miglioramento delle condizioni sociali dei bambini e degli adolescenti maldiviani,. Attraverso attività come la realizzazione di indagini sull’alimentazione e sullo stato di salute di madri e figli. E l’accrescimento delle capacità di prepararsi in modo migliore per rispondere ad eventuali emergenze da parte delle comunità locali.

Il rettore Cristina Messa e il professore Paolo Galli di Unimib

“Il MaRHE Center è un modello eccellente di alta formazione e ricerca che favorisce la cooperazione internazionale e la mobilità di docenti e ricercatori di tutto il mondo. – Ha detto il Rettore Cristina Messa L’Università di Milano-Bicocca nel governo maldiviano ha trovato un partner strategico con cui ha deciso di rinnovare il proprio impegno a proseguire l‘attività scientifica e didattica sino al 2030. In quanto è importante per il nostro Ateneo promuovere un approccio innovativo e multidisciplinare per fornire nuove soluzioni di sviluppo ambientale sostenibile”.

“Il rinnovo fino al 2030 ci consentirà di proseguire con tutte le ricerche in atto. – Ha aggiunto Paolo Galli, professore di Ecologia all’Università di Milano-Bicocca e direttore del MaRHE Center – E allo stesso tempo di continuare nel processo di aggregazione e confronto con altre realtà scientifiche nazionali e internazionali. Con uno spirito “open source” che ha contraddistinto  il nostro centro fin dalla sua istituzione”.

Google+
© Riproduzione Riservata