Oroscopo Bilancia Novembre 2020: Venere è favorevole

Daniela Saraco 11 Novembre 2020

Indicazioni oroscopo Bilancia Novembre 2020: consigli del mese in amore, fortuna, studio e lavoro tutte le previsioni mensili di un segno di aria.

CLICCA SEGNO E PREVISIONI DEL GIORNO

Ariete
Ariete
Toro
Toro
Gemelli
Gemelli
Cancro
Cancro
leone
Leone
vergine
Vergine
bilancia
Bilancia
scorpione
Scorpione
sagittario
Sagittario
capricorno
Capricorno
acquario
Acquario
pesci
Pesci

L’oroscopo Bilancia Novembre 2020 segnala il favore di Venere che è dalla vostra parte . Sarete attenti al vostro stile, puntando anche a nuovi tagli di capelli o alla lingerie raffinata per far ritornare la passione nella coppia. Sarete irresistibili! Supererete dunque momenti di freddezza dovuti a discussioni familiari e manterrete alto l’amore, che rappresenta qualcosa di solido e stabile nella vostra vita. In ogni caso, novembre vi farà capire molte cose.

Venere infatti rafforza i legami stabili e apre a nuove opportunità per i single. Attenzione a Marte opposto che crea un po’ di indecisione. Cercate di essere stabile per non infastidire chi vi sta intorno. Le stelle raccomandano: approfittate di questo mese di novembre per mettere in chiaro le vostre aspirazioni e per non ritrovarvi in situazioni particolari, tra qualche incertezza e qualche conferma. Non fatevi trasportare dunque dalle tensioni per evitare di alternare momenti di dolcezza a momenti di agitazione. Così facendo mettere a bada il vostro nervosismo che vi rende suscettibili.

Oroscopo Bilancia Novembre 2020: opportunità positive durante tutto il mese per questo segno

Solo con l’impegno e la vostra volontà potrete raggiungere gli obiettivi desiderati. Dunque, non demordete. Anche se il mese inizia con qualche punto interrogativo in sospeso, forse ritardi in una risposta, non mollate i vostri progetti e tenete duro: presto il successo sarà dalla vostra parte. Abbiate il coraggio di rimettervi in gioco in modo vero, con la consapevolezza che ogni esperienza alla fine consente sempre di comprendere qualcosa in più su di voi. Sono finalmente in arrivo tempi migliori, che vanno accolti. Abbandonate le vecchie abitudini ed apritevi con fiducia a ciò che la vita vi offrirà.

Se volete che i vostri sforzi siano finalmente ricompensati, non abbandonatevi all’idea che vi siete fatti del vostro gruppo-lavoro: non sempre le cose vengono dette in modo esplicito. Dunque, fate forza sul vostro modo di comunicare. La calma vi aiuterà non solo ad esporre le vostre idee ma a trovare la giusta ricompensa. Si prevede un pizzico fortuna in più, promosso sempre da Venere che vi renderà forti sia  nel lavoro  che in qualche entrata denaro. Datevi da fare , dunque, e pensate positivo!

© Riproduzione Riservata
avatar Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto