Oroscopo Capricorno Dicembre 2020: le stelle suggeriscono di osare

Daniela Saraco 12 Dicembre 2020

Indicazioni oroscopo Capricorno dicembre 2020 con le previsioni in amore, salute, lavoro e fortuna questo mese, per i nati sotto il segno di Terra.

CLICCA SEGNO E PREVISIONI DEL GIORNO

Ariete
Ariete
Toro
Toro
Gemelli
Gemelli
Cancro
Cancro
leone
Leone
vergine
Vergine
bilancia
Bilancia
scorpione
Scorpione
sagittario
Sagittario
capricorno
Capricorno
acquario
Acquario
pesci
Pesci

Cari amici del Capricorno, l’ultimo mese dell’anno si prospetta davvero entusiasmante! Sotto l’aspetto della salute siete carichi come delle molle e godrete di un benessere psico-fisico. Se vi frulla in testa l’idea di dedicarvi a corsi di yoga o meditazione, è il giusto momento per farlo. Rinnovare o ritrovare la vostra serenità vi donerà pace con voi stessi. E sapete bene che solo con la serenità interiore è possibile interagire con il mondo.

L’oroscopo Capricorno a dicembre 2020 vi vede protagonisti in amore, vivrete giorni carichi di sentimenti e di emozioni. Anche la vita lavorativa procede per il meglio. Per carriera e impiego questo 2020 ha sfoderato le sue carte migliori e ora vi tocca semplicemente giocare la partita. Qualcuno di voi migliorerà il suo ruolo professionale, qualche altro riceverà una remunerazione più alta, infine c’è chi riuscirà ad allargare il suo giro di clientela. Sarete abili, precisi, scrupolosi ma pure fortunati perché il destino non mancherà di remare nella direzione giusta. Le stelle vi suggeriscono di osare e di non aver timore di chiedere e avanzare. Allungate la mano e prendete i vostri frutti! Le vostre idee sono il successo per raggiungere gli obiettivi.

Oroscopo Capricorno Dicembre 2020: vivete a pieno le vostre emozioni senza avere paura

L’oroscopo Capricorno dicembre 2020 apporta non pochi cambiamenti. Anche il cuore ha in programma un nuovo modo di amare. Potrete essere più affettuosi, usare la fantasia per vivere a pieno le emozioni. La prima parte del mese avrà i sentimenti in primo piano. Nella parte finale di dicembre, dovrete, invece puntare alla comunicazione per avere un confronto sincero e affettuoso con il partner. Questo anche per mantenere a bada qualche tensione creata in famiglia. Attenzione a chi vive con due piedi in una scarpa: è il momento di decidere quale indossare!

I single dovranno essere meno esigenti e vivere le emozioni senza troppe pretese. Cari amici del capricorno l’amore non è perfetto e neanche i partner. L’amore è un gioco a due, è una altalena di sensazioni, è cadere e rialzarsi. Se entrerete in questa ottica, scoprirete la passione in qualcuno che vi è già molto vicino. Sarà un periodo nel complesso sereno. Superata la metà del mese, questa carica energetica positiva vi permetterà di trascorrere giorni di festa interessanti.

© Riproduzione Riservata
avatar Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto