• di Geso
  • Algeri
  • Casciello
  • Carfagna
  • De Luca
  • Valorzi
  • Grassotti
  • Quarta
  • Cocchi
  • Dalia
  • Gelisio
  • Falco
  • Alemanno
  • Quaglia
  • Bonanni
  • Califano
  • Miraglia
  • Santaniello
  • Boschetti
  • Bonetti
  • Leone
  • Baietti
  • Scorza
  • Meoli
  • Romano
  • Paleari
  • Ferrante
  • Ward
  • Pasquino
  • Liguori
  • Napolitani
  • Rinaldi
  • Bruzzone
  • Crepet
  • Andreotti
  • Rossetto
  • Chelini
  • Coniglio
  • Romano
  • Tassone
  • Buzzatti
  • Gnudi
  • De Leo
  • Mazzone
  • Catizone
  • Cacciatore
  • Barnaba

Oroscopo Acquario Luglio 2021 di Paolo Fox: mese faticoso

Daniela Saraco 28 Giugno 2021
D. S.
17/09/2021

Consulta l’oroscopo Acquario di Luglio 2021 di Paolo Fox con indicazioni dei transiti principali e anticipazioni dell'estate 2021.

CLICCA SEGNO E PREVISIONI DEL MESE

Ariete
Ariete
Toro
Toro
Gemelli
Gemelli
Cancro
Cancro
Leone
Leone
Vergine
Vergine
Bilancia
Bilancia
Scorpione
Scorpione
Sagittario
Sagittario
Capricorno
Capricorno
Acquario
Acquario
Pesci
Pesci


L’oroscopo Acquario di Luglio 2021 anticipa che vivrete un mese impegnativo. Oltre ad un’attenta gestione del vostro bilancio economico, infatti, dovrete riorganizzare la vostra vita professionale. Nonostante l’impegno profuso, le risposte attese sono ancora deludenti. Sotto l’aspetto professionale, infatti, non avete concluso collaborazioni importanti. Per chi è dipendente, c’è da appianare qualche vecchia divergenza con capi o colleghi. Avrete le giuste energie per gestire qualsiasi situazione. Dunque, non lasciatevi trasportare dalla rabbia. Sono previste giornate molto movimentate, come il 5, il 12 ed il 19.

E’ un mese impegnativo ma gestibile. Cambiate atteggiamento e ricercate risoluzioni e non mettetevi in nuove situazioni problematiche o incerte. Gli imprenditori in procinto di chiudere i rapporti con qualche fornitore, farebbero meglio ad assicurarsi di avere chi è già pronto a fornirgli la merce. Non siate orgogliosi e valutate ogni evento con la giusta calma affinchè possa essere vantaggioso per voi. Attenzione alle collaborazioni con qualcuno del Leone. Tutto sommato luglio sarà un trampolino di lancio per rimettervi in carreggiata. La strada è in salita ma non impraticabile. Vivrete molti conflitti, oltre a quelli familiari e con i figli, subirete sbandamenti fisici ed emicranie. Sarebbe preferibile la meditazione per recuperare calma e benessere emotivo.

Oroscopo Acquario Luglio 2021 di Paolo Fox: mese teso per le faccende di cuore

Paolo Fox anticipa che in questo mese estivo vivrete molte situazioni difficili nelle faccende di cuore. Le relazioni di coppia saranno complicate da gestire. Comunicare con il partner, infatti,  potrebbe non essere facile. Dunque preferite il silenzio, per evitare che fastidiosi equivoci seminino ancor di più piccoli battibecchi e discussioni. Ma sapete che il silenzio è più assordante di qualsiasi rumore. Logora dentro e distrugge i sentimenti. Meglio cercare confronto e chiarezza su tutti quegli aspetti di cui in famiglia è necessario parlare: la gestione della casa, i problemi con i figli, gli atteggiamenti di coppia che non vanno bene o che causano sofferenza.  Chi di voi è reduce dalla fine di una storia, deve cercare una risposta in sé.

Nella vita bisogna anche provare un sano senso di amor proprio. Cercate di credere in voi stessi, di piacervi, per poi poter accogliere nuovamente qualcuno nel vostro percorso sentimentale. Ma il vero punto dolente di questo luglio sono i cuori solitari. In particolare modo, le persone mature avvertiranno l’esigenza di una maggiore stabilità investendo sulla continuazione di una storia o magari proponendo una contingenza. Ma siete sicuri delle scelte che intendete prendere? Alcuni potrebbero spingere l’acceleratore più per compiacere parenti ed amici che se stessi. Non focalizzate i pensieri e paure sul giudizio degli altri. Essere single non è un dramma, soprattutto per voi, che di indole, non preferite i legami troppo soffocanti. Gli amori estivi sono possibili, lasciatevi andare senza crearvi aspettative troppo premature.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto