• Rossetto
  • Mazzone
  • Romano
  • Miraglia
  • Andreotti
  • Paleari
  • di Geso
  • Carfagna
  • Cocchi
  • Bruzzone
  • De Luca
  • Barnaba
  • Santaniello
  • Leone
  • Casciello
  • Gelisio
  • Crepet
  • Pasquino
  • Buzzatti
  • Catizone
  • Meoli
  • Falco
  • Baietti
  • Tassone
  • Ferrante
  • Cacciatore
  • Antonucci
  • Quarta
  • Rinaldi
  • Alemanno
  • Quaglia
  • Grassotti
  • De Leo
  • Chelini
  • Napolitani
  • Dalia
  • Gnudi
  • Scorza
  • Algeri
  • Liguori
  • Califano
  • Bonanni
  • de Durante
  • Valorzi
  • Boschetti
  • Romano
  • Bonetti
  • Ward
  • Coniglio

Assegno unico figli 2022 INPS: come funziona, istruzioni, pagamento

Flavia de Durante 3 Febbraio 2022
F. d. D.
28/05/2022

Dal 1 gennaio 2022 le famiglie italiane possono richiedere all'INPS assegno unico figli: ecco come fare richiesta ed entro quando, tutte le informazioni.



Dal 1° marzo 2022 arriva l’assegno unico figli, il pagamento di un sostegno economico attribuito alle famiglie italiane con figli a carico, ma quando arriva e come presentare domanda?

La richiesta si può presentare già dal 1° gennaio 2022 tramite proprio delegato sindacale o rivolgendosi alla sede Inas Cisl più vicina. L’appuntamento si può prenotare sul sito o al numero verde gratuito 800 249 307.

Ma cos’è questo sussidio statale, di cosa si tratta? Ricordiamo che l’Assegno unico e universale costituisce un sostegno economico vero e proprio indirizzato alle famiglie italiane. Questo è attribuito per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni e senza limiti di età per i figli disabili. L’importo viene concesso a chi rispetta vari requisiti e varia in base alla condizione economica del nucleo familiare: viene infatti calcolato sulla base dell’ISEE. Inoltre, al fine di calcolare l’importo giusto, vengono tenuti in considerazione età e numero dei figli.

La misura sostituisce dei sussidi precedenti già esistenti ed è stata introdotta con l’annuncio in Gazzetta Ufficiale, decreto legislativo del 21 dicembre 2021, n°230. 

Vediamo nel dettaglio come richiederlo e come funziona, tutti i requisiti per la domanda del sussidio Inps 2022 per i figli a carico, calcolo e pagamento.

Assegno unico universale figli 2022 INPS: come funziona, requisiti per come chiederlo

Il sussidio é elargibile fino a febbraio 2023 e garantisce un sussidio mensile riconosciuto per le famiglie italiane, rivolto ad ogni figlio a carico minorenne, a partire dal settimo mese di gravidanza. In taluni casi la domanda assegno unico Inps è valida anche se si hanno figli maggiorenni sino al ventunesimo anno di età. Non c’è limite di età, invece, per i figli disabili.

Come richiedere l’assegno unico figli 2022, come funziona fare domanda e dove? Innanzitutto, per ottenerlo bisogna rispettare alcuni requisiti fondamentali. Può richiedere il sostegno statale esclusivamente:

  • chi è cittadino italiano o di uno Stato Ue, o un suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • un cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno per lungo periodo;
  • chi è titolare di permesso di lavoro per svolgere attività di lavoro per un periodo superiore a 6 mesi. O di permesso di soggiorno per motivi di ricerca autorizzato a soggiornare in Italia per un periodo superiore a 6 mesi;
  • coloro che sono soggetti al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
  • si deve essere residenti e domiciliati in Italia;
  • residenti in Italia da almeno 2 anni;
  • titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di durata almeno pari a 6 mesi.

Inoltre, come chiarito dall’INPS, il bonus unico “assorbe” altre prestazioni statali tra cui il bonus mamma domani, il sussidio ai nuclei con tre figli minori e il bonus di natalità. Inoltre questo ricopre lil sussidio familiare con figli e orfani e le detrazioni fiscali per figli fino a 21 anni.

Domanda assegno figli 2022: come farla, scadenza e date

Come fare domanda per l’assegno unico figli 2022, dove e come funziona?

Ricordiamo, innanzitutto, che la richiesta è valida tra il mese di Marzo 2022 e Febbraio 2023. Il sussidio per la famiglia viene elargito dal mese successivo rispetto a quello della presentazione della richiesta. Come premesso, per avere il sussidio statale bisogna rivolgersi al proprio delegato sindacale. La domanda può essere fatta online sul sito Inps (inserendo le proprie credenziali SPID o c.i elettronica).

Oppure, in alternativa, ci si può rivolgere alla sede Inas Cisl (CAF) più vicina. In quest’ultimo caso, è possibile prenotare l’appuntamento sul sito o al numero verde gratuito 800 249 307.

Chi ha il reddito di cittadinanza non deve presentare la richiesta. Infatti, per i soggetti beneficiari del reddito, l’importo spettante è erogato automaticamente dall’INPS. Possono presentare la richiesta tutti, sia coloro in possesso dell’ISEE, sia coloro che non lo posseggono.

Pagamento assegno unico figli 2022 INPS: da quando e modalità

Il sussidio statale arriverà mensilmente nelle tasche delle famiglie che ne hanno fatto richiesta. Questo, per i periodi compresi tra marzo 2022 e febbraio 2023. Ricapitoliamo i destinatari della somma:

  • famiglie con figlio/i minorenne/i, già a partire dal 7° mese di gravidanza;
  • genitori con figlio/i maggiorenne/i, fino al compimento del 21° anno di età (nel caso frequenti un corso di formazione, anche universitario o se disoccupato o in un periodo di tirocinio);
  • famiglia con figlio/i disabilità, senza limiti di età.

Quanti soldi arriveranno? L’importo è proporzionato all’ISEE della famiglia. Per sapere a quanto ammonta e come calcolare l’importo dell’assegno unico, l’INPS ha messo a disposizione un simulatore di calcolo che permette, attraverso alcune tabelle preimpostate, di giungere alla cifra mensile. In sintesi, tuttavia, il sussidio ammonta:

  • a 175 euro in caso di figli minorenni, con un Isee 2022 fino a 15.000 euro.
  • In caso di ISEE più alto di 15.000 euro, l’assegno si riduce progressivamente fino a 50 euro;
  • ammonta ad 85 euro per i figli maggiorenni fino ai 21 anni di età, con un Isee 2022 fino a 15.000 euro;
  • In caso di ISEE più alto, vi è una riduzione graduale fino a 25 euro;
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto