• Google+
  • Commenta
4 giugno 2014

Maturità 2014: tracce prima prova maturità, come fare il tema

Fare i compiti velocemente

Ecco le possibili tracce della prima prova maturità 2014. Tutti gli argomenti, gli anniversari e gli eventi più probabili che possono essere scelti dal Miur per la prima prova di italiano all’esame di stato 2014.

Maturità

Maturità

Conto alla rovescia partito, il 18 giugno 2014 è alle porte.

Studenti alle prese con lo studio e con la ricerca delle possibili tracce prima prova maturità, ma come fare il tema?

La prima prova di maturità 2014 è quella di italiano, una prova di carattere nazionale.

I maturandi quest’anno sono alle prese con una prima prova ricca di insidie e tranelli.

Le tracce della prima prova della maturità 2014 rimarranno top secret fino al giorno della prova stessa, ma si sa che ogni anno, tra le possibili tracce presentate alla prima prova, c’ è sempre una traccia che tratta di un anniversario importante.

Quali sono le possibili tracce della prima prova della maturità 2014? Come anticipato il 2014 porta con sé numerose ricorrenze importanti, ma tranquilli, Controcampus le ha evidenziate tutte!

Maturità 2014: prima prova, le tracce

Ecco tutti gli anniversari che ricorrono quest’anno. Molto spesso il Miur inserisce un anniversario importante per trattare di un personaggio storico e delle problematiche sociali legate a quell’evento. E’ quindi utile conoscere sommariamente gli eventi più importanti che possono essere argomento della prima prova della maturità 2014.

Maturità 2014: prima prova, argomenti possibili per :

  • Saggio breve
  • Articolo di giornale
  • Tema storico
  • Tema di attualità

Argomenti tracce prima prova maturità 2014

  • 10° anniversario dello Tsunami che il 26 dicembre 2004 devastò il Sud-Est asiatico
  •  Il tifone delle Filippine del 2013
  • Catastrofi naturali nel mondo (effetto serra, tsunami, inquinamento, surriscaldamento del pianeta)
  • Catastrofi naturali in Italia (alluvioni, trombe d’aria, terremoti)
  • Alluvione in Sardegna del 2014

Le catastrofi naturali sono abbastanza ricorrenti all’esame di Stato, e aprono a riflessioni sociali e politiche di diverso spunto. Conoscere sommariamente le catastrofi naturali degli ultimi anni può rivelarsi utile, ma soprattutto preparare delle riflessioni di questo genere a casa può agevolare durante lo svolgimento della prima prova maturità 2014.

10° anniversario di Facebook: con oltre un miliardo di utenti attivi, tra cui più di 26 milioni di italiani negli ultimi cinque anni, Facebook ha compiuto 10 anni lo scorso 4 febbraio. I social network hanno rivoluzionato la realtà e quindi non solo Facebook, ma anche Instagram e Twitter potrebbero essere oggetto di riflessioni.

Ecco di seguito alcuni anniversari di personaggi storici e politici che potrebbero essere argomenti possibili per la prima prova della maturità 2014:

  • Margherita Hack e Rita Levi Montalcini, le recenti morti delle due donne di scienza
  • Papi Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, la recente canonizzazione
  • Gabriel Garcia Marquez, la recente morte del premio Nobel
  • 20° anniversario della morte di Nixon
  • 25° anniversario della morte di Salvador Dalì
  • 50° anniversario dell’assegnazione del premio Nobel per la Pace a Martin Luther King.
  • 50° anniversario dell’assassinio del presidente John Fitgerald Kennedy
  • 50° anniversario della morte del politico Palmiro Togliatti
  • 70° anniversario della morte di Edvard Munch
  • 90° anniversario della morte di Lenin
  • 100° anniversario della morte di Mercalli
  • 125° anniversario della nascita di Hitler
  • 450° anniversario della nascita di Galileo Galilei
  • 450° Anniversario della nascita di William Shakespeare
  • 450° anniversario della morte di Michelangelo Buonarroti
  • 1200 anni dalla morte di Carlo Magno

Di seguito gli anniversari di alcuni avvenimenti importanti che potrebbero essere spunto per le tracce della prima prova maturità 2014:

  • Immigrazione e problema della morte dei clandestini che ogni estate si ripete in Italia
  • 25° anniversario del crollo del Muro di Berlino
  • 25° anniversario della strage di Piazza Tienanmen
  • 100° anniversario dello scoppio della Prima guerra mondiale

Per quanto riguarda l’analisi e il commento di un testo letterario, i possibili poeti e scrittori per le tracce delle prima prova della maturità 2014 sono:

  • Luigi Pirandello (l’ultima volta uscì nel 2003)
  • Pier Paolo Pasolini
  • Gabriele D’Annunzio

Maturità 2014: come fare il tema di Italiano

Come fare il tema di Maturità

Come fare il tema di Maturità

Ma passiamo ora a dei consigli pratici e tecnici, per arrivare al giorno dell’esame il più preparati possibili. Innanzitutto vediamo che cos’è la prima prova scritta dell’esame di maturità 2014 e come si svolge.

La prima prova maturità è uguale per tutti gli Istituti secondari di II grado, quindi sia per i licei che per gli istituti Professionali, Artistici e Tecnologici. La busta che contiene le tracce verrà aperta in sede d’esame, per questo per gli studenti non sarà possibile conoscere le tracce prima dell’inizio della prova.

La prova di italiano o il “tema” di italiano dura sei ore, e il conteggio del tempo inizia a partire dal momento in cui sono state distribuite tutte le tracce a tutti gli studenti presenti in classe.

Maturità 2014: Come fare la prima prova di italiano

La prima prova della maturità 2014 è di italiano. Le tracce proposte nella prima prova sono di carattere diverso: di letteratura, di storia, socio-economica, generale e scientifica. Lo studente sceglierà la traccia che ritiene più adatta alle proprie conoscenze e attitudini.  Prima prova della maturità 2014 si suddivide in quattro tipologie: in analisi del testo, saggio breve o articolo, il tema storico e il tema d’attualità.

Maturità 2014: Come fare l’analisi di un testo

Come prima cosa è necessario conoscere la parte teorica della poesia. E’ molto utile avere una discreta conoscenza dell’autore in quanto l’analisi del testo della prima prova maturità 2014 deve essere argomentata e contestualizzata. Il testo è difficilmente comprensibile se non conoscete chi è l’autore. L’unica cosa che potete azzardare in quel caso è proprio l’analisi di figure retoriche. Se non avete mai svolto con successo questo tipo di tema in classe, è sconsigliato cimentarsi nell’analisi del testo in seduta di esame di stato.

Maturità 2014: Come fare tema storico, saggio breve, articolo giornale

Bisogna seguire uno sviluppo discorsivo articolato in un progetto testuale in modo tale che chi si trova di fronte al nostro testo può facilmente rintracciare un chiaro sviluppo delle idee. Periodi brevi e non troppo artificiosi sono una buon punto di partenza per articolare al meglio le idee.

E’ necessario ricordarsi che si scrivono ‘capoversi’ e non semplici frasi che si seguono liberamente. Scegliere il lessico con cura è consigliato, ma attenzione però a non cercare gli ‘effetti speciali’!

Riflettere, illustrare, analizzare, documentare ecc. sono i cardini da seguire per la corretta argomentazione della traccia proposta. Infine,si consiglia di  utilizzare  la propria opinione, in maniera organica, come  strumento per argomentare la propria posizione intorno a un problema, fatto e concludere il tema storico, saggio breve o articolo di giornale con una riflessione personale.

Intanto restiamo in attesa delle ultime indiscrezioni per aggiornare i maturandi sulle possibili tracce dell’esame di stato 2014!


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy