• Google+
  • Commenta
23 gennaio 2015

Patrizio Barbini laureato Tor Vergata, firma la coperina di Materials Today

Foto Patrizio Barbini

Università degli Studi di Roma”Tor Vergata”  – Patrizio Barbini laureato a “Tor Vergata” in Scienza e Tecnologia dei Materiali, firma una delle copertine per il 2015 della prestigiosa rivista Materials Today con una foto sulle fibre di carbonio

Foto Patrizio Barbini

Foto Patrizio Barbini

La foto vincitrice di Elsevier Materials Today Cover Competition 2014 è stata acquisita durante lo svolgimento della tesi di Laurea Magistrale presso il Laboratorio Minima del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche dell’Ateneo romano.

Sul sito di Materials Today tutte le foto vincitrici

L’immagine di Patrizio Barbini mostra un campione di 3000 fibre di carbonio, ciascuna del diametro di 7 micron, avvolte in uno strato sottile di alluminio ed è stata realizzata da Patrizio Barbini tramite Microscopia Elettronica a Scansione (SEM) nell’ambito di una ricerca tesa ad esplorare nuove opportunità applicative delle fibre di carbonio. In particolare l’immagine è stata ottenuta durante lo svolgimento della tesi di Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali dal titolo “Attivazione Superficiale di Fibre di Carbonio mediante Plasma RF – MW per applicazioni nell’ambito dei Supercapacitori” (relatori prof.ssa Silvia Orlanducci, dott.ssa Emanuela Tamburri), presso il laboratorio Minima del Dipartimento  Scienze e Tecnologie Chimiche coordinato dalla prof.ssa Maria Letizia Terranova.

La foto di Patrizio Barbini sulla rivista scientifica Materials Today

A tale immagine sarà dedicata una delle prossime copertine della prestigiosa rivista Materials Today, dedicata alla divulgazione di ricerche ed applicazioni di materiali innovativi e un articolo che descrive il materiale in oggetto nell’ambito della ricerca scientifica  condotta in laboratorio.

Nel Laboratorio Minima dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, le fibre di carbonio modificate vengono attualmente studiate in vista della fabbricazione di innovativi e stabili elettrodi “senza legante” per l’assemblaggio di efficienti  supercondensatori (supercapacitori) ibridi.  “Tali dispositivi – spiega Patrizio Barbini – sono all’avanguardia nello sviluppo di nuovi sistemi di immagazzinamento e conversione di energia e rappresentano un interessante materiale di partenza per applicazioni energetiche sostenibili. In tale contesto, materiali quali le fibre di carbonio opportunamente “manipolate” non solo rappresentano un avvincente campo di ricerca, ma ci si aspetta che possano giocare un ruolo chiave nella produzione di innovativi dispositivi elettrochimici”.

La messa a punto di metodologie per il rivestimento di nanotubi di carbonio e nanodiamanti con nanoparticelle metalliche ha permesso di sviluppare sistemi complessi per applicazioni avanzate in campi di ricerca comprendenti l’elettronica, il sensing, l’ottica e la biomedicina.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy