• Google+
  • Commenta
3 giugno 2015

Riforma delle pensioni 2015: novità su pensione anticipata ed esodati

Sacconi sulla riforma delle pensioni 2015

Ultime notizie sulla riforma delle pensioni 2015, le proposte di Padoan, Sacconi e Poletti su pensione anticipata, pensione per esodati e prepensionamento per lavoratrici madri

Sacconi sulla riforma delle pensioni 2015

Sacconi sulla riforma delle pensioni 2015

La riforma delle pensioni propone continuamente ultimissime novità sull’andamento della sua applicazione nel corso del 2015: ecco i requisiti e per andare in pensione, come andare in pensione sulla base delle nuove proposte del Governo Renzi

Gli ultimi aggiornamenti riguardano una più certa applicazione di provvedimenti che garantiscano rimedi ai danni fatti dalla riforma pensioni Fornero e che puntano alla maggiore flessibilità in uscita e quindi al diritto alla pensione anticipata ma con una serie di requisiti da avere per andare in pensione.

Negli ultimi mesi, le proposte che hanno fatto più parlare sono state quelle di Poletti e Damiano, ovvero quota 100, quota 96, quota 97, che si basavano su un calcolo tra età contributiva ed età anagrafica che, dando un determinato numero, dava possibilità di avere pensioni anticipate.

Altra soluzione molto quotata è stata quella di opzione donna, in attivo fino alla fine del 2015 e di cui è stata richiesta una proroga, che garantiva la pensione anticipata alle donne con 57 anni di età e 35 anni di contributi. Tutte queste strade sono state ampiamente appoggiate dal presidente dell’Inps Boeri, mentre hanno incontrato una certa perplessità da parte di Renzi, soprattutto per la grande somma necessaria a una manovra del calibro della riforma delle pensioni.

I provvedimenti di cui si sta parlando negli ultimi giorni hanno molto a che vedere con le proposte che sono già state discusse, con la sola differenza che l’attuazione sembra essere molto più vicina. Le ultime novità della riforma pensioni riguardano in particolar modo coloro che hanno 62 anni e 35 anni di contributi all’attivo, le madri lavoratrici, i lavoratori che hanno familiari affetti da qualche tipo di disabilità e infine gli esodati, ovvero i lavoratori over 55 con serie difficoltà a inserirsi nuovamente nel mondo del lavoro, e i precoci.

Tutte le ultime soluzioni rientrano nel ddl Sacconi, che se approvato viene attuato nei prossimi mesi.

Riforma delle pensioni 2015, novità pensione anticipata con ddl Sacconi

Come accennato, l’ultima sulla riforma delle pensioni 2015 riguarda il ddl Sacconi, ddl del presidente della Commissione Lavoro e Previdenza Sociale del Senato Italiano, che garantirebbe l’accesso alla pensione anticipata alle seguenti categorie:

  • Lavoratori e lavoratrici con minimo 62 anni di età anagrafica e 35 di contributi;
  • Lavoratrici madri, i cui periodi di maternità sarebbero valutati il doppio, garantendo dunque il prepensionamento in tempi ancora più stretti;
  • Lavoratori con familiari disabili;

Chiunque decida di andare in pensione anticipata e rientra nelle suddette categorie deve accettare penalizzazioni sull’assegno pensionistico che possono arrivare fino all’8%. Le penalizzazioni funzionano in modo tale che prima si va in pensione, maggiore è la decurtazione dell’assegno.

Per quanto riguarda i lavoratori e le lavoratrici precoci, invece, la proposta rimane quella di garantire il diritto alla pensione con 40 anni di contributi e senza incappare in penalizzazioni di sorta.

Per quanto riguarda gli esodati, non ci sono ancora novità certe, in quanto se fino a poco tempo fa si parlava di agevolazioni economiche e di azioni da intraprendere nei loro confronti, con la dichiarazione di incostituzionalità della legge Fornero e dunque con il rimborso in formula Bonus Poletti che c’è da affrontare, difficilmente ci saranno le risorse economiche per aiutare gli esodati.

Sindacati e riforma delle pensioni 2015: le dichiarazioni della Cisl

Da oggi, 3 giugno 2015, inizieranno incontri tra sindacati e governo. Abbiamo chiesto a Maurizio Petriccioli, segretario confederale della Cisl, cosa ne pensa delle proposte per attuare la pensione anticipata e pensate per i lavori precoci proposte nell’ambito della riforma delle pensioni 2015.

Maurizio Petriccioli

Maurizio Petriccioli

La risposta del segretario della Cisl Petriccioli, sulla riforma delle pensioni è stata la seguente

Le prospettive di ripresa economica sono ancora troppo deboli ed insufficienti a riassorbire la forza lavoro persa in sette anni a causa della crisi.  La reintroduzione della flessibilità nell’accesso al pensionamento è, dunque, necessaria per offrire ai giovani nuove prospettive di ingresso nel mercato del lavoro, per governare più efficacemente la gestione delle crisi e delle ristrutturazioni aziendali e per rimettere nella disponibilità dei lavoratori più anziani le scelte relative al momento dell’uscita dal lavoro”.

Secondo lei, alla fine, la riforma pensioni sarà approvata o si continuerà a temporeggiare?

Riforma delle pensioni 2015

Riforma delle pensioni 2015

Non sono ancora state formulate proposte concrete. Noi riteniamo fondamentale che il Governo non proceda su questo tema con scelte unilaterali ma apra un reale confronto con le parti sociali, perché le soluzioni per il ripristino di una pensione anticipata non possono rispondere solo alle ragioni della sostenibilità finanziaria ma devono considerare anche alle esigenze di adeguatezza dei futuri trattamenti pensionistici”.

Ambra Benvenuto


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy