• Google+
  • Commenta
13 giugno 2016

Classifica Universitaria Censis Repubblica 2016: migliori atenei

Classifica Universitaria Censis Repubblica 2016
Classifica Universitaria Censis Repubblica 2016

Classifica Universitaria Censis Repubblica 2016

Pubblicata la classifica universitaria Censis Repubblica 2016: ecco quali sono i migliori atenei al Nord al Centro e al Sud Italia e dove fare i test d’ingresso. Scarica report completo.

Nella grande guida Universitaria redatta da La Repubblica, in collaborazione con il Censis, con patrocinio L’Espresso, trionfano ancora una volta gli atenei del nord e del centro Italia: in testa per strutture, borse di studio e servizi offerti agli studenti. Le università del sud restano indietro.

Per i professionisti dell’Istituto di ricerca socio-economica l’Università di Trento è al vertice fra gli atenei di medie dimensioni con 99,8 punti di media, mentre le università di Bologna (94,0), Perugia (95,2) e Camerino (99,4) si riconfermano, per il secondo anno consecutivo, al primo posto nelle graduatorie concernenti, rispettivamente, le mega, le grandi e le piccole strutture.

Le università di Bolzano, Castellanza e Bocconi di Milano trionfano tra le private, rispettivamente, con 102,2, 96,0 e 95,8 punti di media. Ottimi risultati anche per Siena (99,4), Pavia (94,4) e Trieste (93,6). Ma a salire sulla graticola appaiono, purtroppo, ancora una volta, le università del meridione, dove a salvarsi sono veramente in poche, e cioè: Sassari (95,8), Calabria (90,0) e Foggia (89,0) che raggiungono il podio nelle rispettive classifiche.

Classifica Universitaria Censis Repubblica 2016: lauree triennali e magistrali – scarica report

Classifica università 2016 – 2017: report completo Censis Repubblica <<< clicca e scarica

Per quel che concerne le classi di laurea triennali (atenei statali), istituite con la legge 270: il miglior corso d’ingegneria è, anche quest’anno, quello offerto dall’Università di Modena e Reggio Emilia (103,5 punti di media) che eccelle, peraltro, anche in campo Medico (105,5) e Agrario – Veterinario (103,5). Chi volesse studiare Economia dovrebbe, invece, recarsi a Padova (107,0), Milano (105,0) o a Venezia, alla Ca’ Foscari, (104,5). Mentre l’Università di Sassari possiede il più rinomato ed efficiente dipartimento di architettura. A trionfare tra le lauree magistrali a ciclo unico (atenei statali) sono invece: Padova con 106,5 punti nel gruppo farmaceutico e 101,5 in Medicina Veterinaria, Ferrara con 110,0 punti in architettura e ingegneria edile, Modena e R. Emilia con 97,5 punti nel gruppo giuridico, Pavia con 106,5 punti in medicina e chirurgia e in Odontoiatria.

Gli esperti del quotidiano La Repubblica hanno stilato la consueta Classifica universitaria con l’ausilio di molteplici indicatori scientifici. Gli atenei, statali e non statali, sono stati suddivisi, rispettivamente in cinque ed in tre gruppi, sulla base del numero di iscritti nell’anno accademico 2014-2015, ricavato dai dati divulgati dall’Ufficio di Statistica del Miur.

Cerchiamo, dunque, di comprendere quali siano i parametri impiegati per la realizzazione della classifica universitaria Censis Repubblica 2016-2017. Per i quindici raggruppamenti didattici sono stati impiegati i dati afferenti alla progressione di carriera degli studenti (tasso di persistenza tra il primo ed il secondo anno, indice di regolarità dei crediti, tasso di regolarità dei laureati e tasso di iscritti regolari) ed ai rapporti internazionali (numero di iscritti stranieri, mobilità degli studenti in uscita, atenei ospitanti). La valutazione degli atenei, invece, è stata ricavata in base ai seguenti indicatori: strutture (numero di posti nelle aule, nelle biblioteche e nei laboratori), comunicazione e servizi digitali, internazionalizzazione (numero di iscritti stranieri ecc), servizi (numero di pasti erogati, di posti e contributi per alloggi riservati ai fuori sede) e borse di studio. Gli autori della Grande Guida Università 2016-2017 hanno così attribuito a ciascun ateneo un punteggio (che va da 66 a 110), ricavato in base ai predetti indicatori, ed hanno poi stilato l’agognata Classifica universitaria.

Come scegliere l’università: i migliori atenei del Nord, Centro e Sud

Ecco, di seguito, le prime cinque posizioni delle tre graduatorie, relative agli atenei statali di Nord, Centro e Sud Italia, desunte (in virtù dei punteggi medi da essi ottenuti) dalla Grande Guida Censis La Repubblica.

Classifica universitaria 2016 atenei statali del Nord

  • 1 – Trento – 99,8 punti
  • 2 – Pavia – 94,2
  • 3 – Bologna – 94,0
  • 4 – Trieste – 93,6
  • 5 – Politecnico di Milano – 93,4

Classifica universitaria 2016 atenei statali del Centro

  • 1 – Siena – 99,4
  • 1 – Camerino – 99,4
  • 2 – Perugia – 95,2
  • 3 – Marche – 91,2
  • 4 – Macerata – 88,8
  • 5 – Teramo – 88,4

Classifica universitaria 2016 atenei statali del Sud

  • 1 – Sassari – 95,8
  • 2 – Calabria – 90,0
  • 3 – Foggia – 89,0
  • 4 – Salento – 86,8
  • 5 – Politecnico di Bari – 86,6
Ecco quale università scegliere

Ecco quale università scegliere

I dati possono essere utili (studiati con attenzione per la scelta dell’Università).

N.B. Per correttezza deontologica ci teniamo a precisare che le presenti classifiche sono soltanto alcune delle tante ricavabili dalla cospicua indagine pubblicata con la Grande Guida Universitaria 2016-2017 a cura de La Repubblica e del Censis.

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata