• Google+
  • Commenta
30 giugno 2010

Università degli studi di Padova: Non fu solo guerra fredda

Il Mediterraneo e il Sud Europa. Crisi e trasformazioni dalla distensione alla Seconda guerra fredda è il titolo del convegno internazionale, sviluppato in tre giorni di lavori, che si terrà nell’Archivio Antico del Palazzo del Bo a Padova, da giovedì 1 a sabato 3 luglio, organizzato dal Dipartimento di Studi Internazionali dell’Università di Padova e dalla Facoltà di Scienze Politiche della Libera Università S. Pio V di Roma (LUSPIO).

Parallelamente alla progressiva distensione tra Est e Ovest, avviata con il Trattato di Mosca del 1968 sulla non proliferazione dell’energia nucleare per scopi bellici, la successiva politica estera del Segretario di Stato americano Henry Kissinger, la visita di Nixon al leader sovietico Leonid Breznev, i negoziati SALT e gli accordi di Helsinki del 1975, l’area mediterranea e il sud dell’Europa, proprio in quello stesso periodo, hanno sviluppato crisi locali che ancor oggi sono sull’agenda dei potenti della terra.

Indipendenza dell’Algeria nel 1962, colpo di stato in Libia nel 1969, spaccatura nella Lega araba con la crisi giordana del 1970, guerra dello Yom Kippur del 1973, embargo del petrolio nel biennio 1973-1974, Grecia contro Turchia per l’isola di Cipro nel 1974 sono solo alcuni degli snodi che marcano quel periodo.
Queste crisi difficilmente possono essere spiegate attraverso le dinamiche politiche della Guerra fredda o alla mera contrapposizione Est-Ovest. Esse, infatti, hanno aspetti peculiari che non sono replicati in altre parti del mondo come ad esempio le modalità di conflitto di fatto esportate altrove con il terrorismo internazionale, oppure la mole di interessi economici che coinvolge l’intero mondo industriale e, ancora, la “qualità” degli interlocutori politici che negli anni si alternano a capo dei governi.

Giovedì 1 luglio alle ore 14.30 nell’Archivio Antico del Palazzo del Bo, dopo i saluti di Giuseppe Zaccaria, Rettore dell’Università di Padova, e Gianni Riccamboni, Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Ateneo patavino, Daniele Caviglia della LUSPIO introdurrà la prima sessione dei lavori dal titolo The mediterranean in the Global Balance che vedrà, tra gli altri, gli interventi di Badalassi Nicolas, Università di Parigi III, e Houda Ben Hamouda, Università di Parigi I – Panthèon Sorbonne, che approfondiranno i temi legati agli accordi di Helsinki e la decolonizzazione francese del Marocco.

Venerdì 2 luglio dalle ore 9.30 sempre nell’Archivio Antico del Palazzo del Bo, la seconda sessione del convegno dal titolo Diplomacy and Economics of the Middle East Crisis si concentrerà sulle dinamiche diplomatiche ed economiche che hanno condotto alla crisi del Medio Oriente e all’attuale questione palestinese. Nel pomeriggio dalle 15.30 i lavori riprendono sempre nella stessa sede con la sessione pomeridiana dal titolo Political Violence and International Crises, che tratterà della ruolo statunitense nella crisi di Cipro e nella politica italiana.

Sabato 3 luglio dalle ore 9.30, sempre in Archivio Antico, i tre giorni di lavoro si concludono con l’ultima sessione dal titolo Regional dynamics che affronterà i temi dell’alleanza tra USA e Europa occidentale nella ricerca di fonti di energia alternative al petrolio.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy