• Google+
  • Commenta
1 luglio 2010

Università degli Studi di Catania: “Sicilia 1860. Dal federalismo all’annessione”, venerdì a Scienze politiche seminario della Fondazione “A Sud”

Venerdì 2 luglio alle 10, nell’aula magna della facoltà di Scienze politiche (via Vittorio Emanuele, 49) si terrà il seminario di studi dal titolo “Sicilia 1860. Dal federalismo all’annessione”.

Il seminario è promosso dalla dalla facoltà di Scienze politiche dell’Università di Catania, nell’ambito delle attività didattiche del dottorato di ricerca in Storia contemporanea, e dalla Fondazione “A Sud”, recentemente costituita in Sicilia con la finalità di riportare al centro della vita economica e politico-sociale dell’Italia la questione meridionale e per favorire una riscoperta dell’identità meridionale in una logica di impegno e responsabilità delle classi dirigenti e della società civile.

Al dibattito, che si inserisce nel quadro delle iniziative culturali per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, interverranno il prof. Giuseppe Astuto, docente di Storia delle Istituzioni politiche e di Storia dell’amministrazione pubblica all’Università di Catania, il prof. Giuseppe Barone, preside della facoltà di Scienze politiche e docente di Storia contemporanea nell’ateneo catanese e il prof. Roberto Martucci, docente di Storia delle Istituzioni politiche e direttore del dottorato di ricerca in Storia e teoria delle Costituzioni moderne e contemporanee all’Università del Salento.
Il seminario sarà presieduto dal prof. Sandro Corbino, docente universitario e presidente della Fondazione “A Sud”, le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale Mario Centorrino, componente del direttivo della fondazione.

I relatori discuteranno la tesi di Roberto Martucci, espressa nel fortunato volume “L’invenzione dell’Italia unita” (Sansoni) e in altri recenti studi, centrando la loro analisi sul caso siciliano.
Nel testo, il docente dell’ateneo salentino ricostruiva l’operazione politico-militare che in venti mesi trasformò una penisola frammentata in Stati di dimensione regionale o provinciale, divisa linguisticamente in aree disomogenee, nel regno d’Italia, rilevando però gli elementi di fragilità istituzionale e sociale del nuovo Stato.

Il seminario intende quindi fornire degli spunti di riflessione sul progetto federalista, poi accantonato, e sulla successiva annessione della Sicilia al neonato Regno d’Italia per tentare di tracciare un bilancio della “questione siciliana”, a 150 anni dallo sbarco dei Mille.

Google+
© Riproduzione Riservata