• Google+
  • Commenta
9 luglio 2010

Università degli studi di Padova: L’Aula Rosino diventa Sala di Controllo

Tutti i dati dalla sonda cometaria Rosetta

Domani, sabato 10 luglio, la sonda cometaria europea Rosetta dell’Agenzia Spaziale Europea si accinge a sorvolare il grande asteroide Lutetia delle dimensioni di circa 100 km. La sonda porta a bordo il sistema di imaging OSIRIS, cui tanto l’Università di Padova ha contribuito tramite i ricercatori di vari dipartimenti (Astronomia, DIM, DEI, Fisica, Geoscienze) e dell’Osservatorio Astronomico riuniti nel CISAS.

Il sorvolo di Lutetia è uno dei principali eventi scientifici della missione e il gruppo di ricerca del Professor Cesare Barbieri del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova si prepara ad analizzare le immagini in tempo reale.

Sarà infatti allestita come Sala di Controllo l’Aula Rosino del Dipartimento di Astronomia in modo da seguire momento per momento il sorvolo, da parte della sonda, dell’asteroide Lutetia. Altri ricercatori saranno invece al Max-Planck-Institute di Katlenburg Lindau in costante collegamento con il gruppo padovano e con il centro europeo ESOC a Darmstadt.

Per meglio analizzare la forma di Lutetia in 3D, Mariolino De Cecco e Luca Baglivo dell’Università di Trento hanno preparato, con una loro speciale macchina a controllo numerico, un modello di quanto sappiamo oggi sull’asteroide da osservazioni effettuate da terra. Il modello della dimensione di 15 cm sarà posto al centro della Sala di Controllo e via via illuminato opportunamente in modo da riprodurre al meglio le condizioni geometriche sonda-Sole-asteroide. Le fotografie e i dati pervenuti da Rosetta permetteranno di aggiungere informazioni dettagliate sulla superficie dell’asteroide.

Il sistema di imaging OSIRIS è costituito da due telescopi con caratteristiche e compiti diversi: la camera a grande campo (WAC), che permette di studiare il campo di gas e polveri che formano la chioma e la coda così tipiche delle comete, e la camera a campo più ristretto (NAC) che fotograferà tutti i dettagli del nucleo. OSIRIS è stata costruita e viene operata da un consorzio di istituti di ricerca europei, in Germania, Italia, Francia, Olanda, Spagna, Svezia. In effetti, Italia significa Padova, attraverso il Centro Interdipartimentale di Studi e Attività Spaziali (CISAS). Nel CISAS confluiscono ricercatori di vari Dipartimenti universitari (Astronomia, Ingegneria Meccanica DIM, Ingegneria dell’Informazione DEI, Fisica, Fisica Tecnica, Geoscienze) e dell’Osservatorio Astronomico di Padova (INAF). Ai ricercatori di Astronomia, Fisica e Geoscienze è affidata la pianificazione delle osservazioni e l’analisi scientifica dei dati. L’ottica è stata disegnata e collaudata dai ricercatori del DEI, con la collaborazione di ricercatori del laboratorio Luxor del CNR-INFM, di Fisica Tecnica e dello IUAV di Venezia, che ora hanno anche il compito di calibrare i dati. I ricercatori del DIM, con la collaborazione di ricercatori di Ingegneria Meccanica di Trento, hanno progettato e collaudato la struttura della camera a grande campo WAC e i meccanismi di tutto OSIRIS, in particolare un otturatore veloce e il dispositivo di protezione dei telescopi dai grani di polvere cometari e interplanetari. Lo strumento OSIRIS è coordinato dal Max-Planck-Institute for Solar System Research (MPS, Germania) assieme a UPD (CISAS, Università di Padova), LAM (Marsiglia, Francia), IAA (Granada, Spagna), RSSD (ESTEC, Olanda), INTA e UPM (Madrid, Spagna), DASP (Università di Uppsala, Svezia), IDA (Università di Braunschweig, Germania). Alla costruzione di OSIRIS hanno preso parte varie aziende nazionali e del territorio veneto. I fondi necessari per costruire e operare scientificamente OSIRIS provengono dall’Agenzia Spaziale Italiana ASI.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy