• Google+
  • Commenta
23 luglio 2010

Università di Bolzano: Corso di laurea magistrale in Fruit Science

Il nuovo corso di laurea magistrale in Fruit Science somma le competenze di tre Paesi: la sua particolarità – i luoghi di studio sono, oltre a Bolzano, Brno (Repubblica Ceca) e Lubiana (Slovenia) – permetterà agli studenti di apprendere da tre Paesi specialisti nella frutticoltura. Un percorso di studi fuori dalla norma che promette una formazione eccezionale.

Il corso di laurea magistrale è stato presentato nell’odierna conferenza stampa dal rettore Walter Lorenz, dal preside della Facoltà di Scienze e Tecnologie Massimo Tagliavini, dal direttore del corso Carlo Andreotti, dal responsabile amministrativo della Facoltà Wilhelm Sapelza, e da Albert Wurzer (Direttore del Dipartimento all’agricoltura della Provincia) e Walther Waldner (Direttore del Centro di Consulenza per la fruttiviticoltura dell’Alto Adige).

Gli studenti trascorrono un semestre a Bolzano, uno a Ljubljana ed uno a Brno, tornando alla propria università di origine per scrivere la tesi di laurea. “Prevedendo periodi di studio in tre Paesi specializzati nella frutticoltura, il corso in Friut Science ha lo scopo di formare “manager” con un’elevata preparazione tecnico-scientifica, qualificati per svolgere attività connesse alla progettazione, gestione e valutazione dei sistemi produttivi arborei ed alla valorizzazione delle produzioni frutticole, capaci di operare in un contesto internazionale”, spiega il presiden della Facoltà di Scienze e Tecnologie Massimo Tagliavini. “Lo studente potrà approfondire particolari settori quali le biotecnologie frutticole, il marketing, l’ecologia e la fisiologia degli alberi da frutto, oltre a materie quali la biologia molecolare applicata alla frutticoltura, la biochimica delle piante ma anche materie ad indirizzo economico come biostatistica”.

Il direttore del Centro di Consulenza per la fruttiviticoltura dell’Alto Adige ha sottolineato che si tratta, con questa proposta formativa, di “valicare le montagne e di riconoscere l’inglese come la lingua delle scienze naturali, come una volta era il latino”. Anche il dott. Albert Wurzer si è detto soddisfatto dell’attivazione di questo corso di laurea magistrale, dal momento che l’Alto Adige costituisce il 10% della coltivaiozne frutticola dell’intera Europa, con le sue 8.200 aziende frutticole e 18.500 ettari di coltivazione – tendenza in aumento in seguito del cambiamento climatico.

Il corso di laurea magistrale dura due anni e parte in autunno; per preiscriversi c’è tempo fino al 10 settembre. Si tratta della naturale prosecuzione degli studi per coloro che hanno conseguito una laurea triennale nel settore delle scienze agrarie, ma è accessibile anche a laureati di corsi di laurea affini. La lingua ufficiale del corso è l’inglese.

Google+
© Riproduzione Riservata