• Google+
  • Commenta
12 agosto 2010

Formazione agli emigranti: la soluzione del governo messicano

Per far fronte alle difficoltà dei cittadini messicani residenti all’estero, il governo messicano ha deciso di offrire un percorso formativo on line attraverso il quale sarà possibile ottenere una laurea.Il governo messicano offrirà la possibilità ai propri cittadini residenti all’estero di ottenere una laura tramite web. Considerata l’elevata quantità di persone che attraversano la frontiera verso gli States illegalmente per trovare lavoro, il governo messicano ha deciso di offrire un servizio universitario fruibile on-line, principalmente per i cittadini all’estero.

Il progetto è partito dal Segretariato Messicano dell’Educazione Pubblica, che ha inaugurato la National Open and Distance University of Mexico nel l’Agosto dello scorso anno. Da allora, circa 33.000 studenti hanno avuto accesso a 15 diverse discipine, come segnala Rodolfo Tuiràn, sottosegretario di Stato per l’istruzione universitaria.

Questa opportunità, secondo Mr Tuiràn, rappresenta una risposta alle recenti normative per il contrasto all’immigrazione approvate dagli Stati Uniti, che hanno reso estremamente complicato l’accesso al sistema universitario statunitense per i cittadini messicani. “E’ un nostro dovere”, continua, “prenderci cura dei nostri cittadini residenti all’estero. L’obiettivo è quello di migiorare le loro abilità e le loro competenze, cosi da poter fruire di una condizione migliore, all’estero come a casa”.

Il Segretariato dell’Educazione Pubblica ha iniziato a ricevere domande di iscrizione da cittadini espatriati dallo scorso luglio. Il progetto pilota prevede 1.000 iscrizioni per il primo anno, con la possibilità di scegliere tra: Gestione del Turismo, Sviluppo locale, Gestione di piccole e medie imprese, Ingegneria e teconologia ambientale o Marketing internazionale. Le discipline sono state selezionate sulla base di una buona combinazione tra domanda e compatibilità con il metodo di insegnamento.

Tuttavia, come lo stesso Mr Tuiràn riconosce, è un’offerta del tutto simbolica rispetto ai circa 12 milioni di cittadini messicani residenti negli Stati Uniti, secondo una stima dello stesso governo federale. Ma il piano del governo è di espandere l’offerta dopo la fase pilota, dai 40.000 iscritti previsti per il prossimo anno ad una stima di centinaia di migliaia di Messicani residenti all’estero interessati nel conseguire un titolo accademico on line.

Google+
© Riproduzione Riservata