• Google+
  • Commenta
20 settembre 2010

Aspettando gli U2 all’Università La Sapienza di Roma

Aspettando gli U2
Aspettando gli U2

Aspettando gli U2

Aspettando gli U2 all’Università La Sapienza di Roma. Ecco come si preparano gli studenti ad accogliere la band Irlandese che manca dalla capitale da 5 anni.

Bono and company stanno per arrivare nella Capitale.

Mancano ormai pochi giorni all’8 Ottobre, giorno in cui si celebrerà un concerto storico che vedrà finalmente il ritorno degli U2 a Roma dopo 5 anni di assenza, per la felicità di migliaia di fans che si sono contesi a caro prezzo anche gli ultimi biglietti per il concerto che si terrà allo Stadio Olimpico.

Per celebrare l’evento, il 7 Ottobre la Sapienza organizza una serata con band universitarie.

L’omaggio dell’Università al gruppo è soprattutto dovuto al grande impegno della band iralandese nel campo umanitario.

La critica della società dei consumi, l’importanza della vita, le lotte politiche contro i paesi che ben poco fanno per aiutare le popolazioni in difficoltà sono tematiche continuamente affrontate dalla One International.

Tra questi paesi, del resto, figura anche l’Italia. Pochi mesi fa proprio Bono ha lanciato un gioco online in cui il nostro premier poteva essere scaraventato a lunga distanza in una sorta di lancio del martello chiamato “Hurl Berl”.

Lo sfottò, come si può leggere sul sito della One International, è stato causato dal fatto che Berlusconi “Since promising to increase aid to Africa in 2005 Italian Prime Minister Berlusconi has actually cut it. His broken promises cost lives, so we should hurl him out of the G8. (Dopo aver promesso di aumentare gli aiuti destinati all’Africa nel 2005 il Primo Ministro Berlusconi li ha successivamente ridotti. Le sue promesse infrante costano vite, dunque dovremmo lanciarlo fuori dal G8)”.

Ad ogni modo gli U2 si sono sempre schierati dalla parte della pace e della salvaguardia della vita. L’interpretazione delle band studentesche delle canzoni del gruppo sarà occasione di riflessione sul messaggio delle loro canzoni e del loro impegno.

E’ prevista la partecipazione di Andrea Morandi, giornalista e critico musicale, autore di un recente volume sugli U2, The name of love, che analizza i testi delle canzoni dei musicisti irlandesi.

La creazione di un blog, e di un indirizzo mail, hanno l’obiettivo di diffondere l’iniziativa e accogliere adesioni per la collaborazione ed eventuali suggerimenti. La manifestazione è organizzata con la cappella della Sapienza, con il sostegno del Settore eventi celebrativi e culturali e dell’Ufficio stampa.

Google+
© Riproduzione Riservata