• Google+
  • Commenta
8 settembre 2010

Incontro a Roma con Mario Capecchi

Il genetista di fama internazionale esporrà i risultati delle sue recenti ricercheMercoledi 8 settembre, a Roma, presso l’Aula Brasca del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, avverrà l’incontro con il genetista premio Nobel per la medicina nel 2007 Mario Capecchi.

Naturalizzato statunitense e docente all’ University of Utah di Salt Lake City, nella sua lunga carriera Capecchi ha ricevuto moltissimi riconoscimenti e premi internazionali, tra cui il Nobel nell’ottobre 2007 per ”Le scoperte pionieristiche riguardanti il sistema embrionale delle cellule staminali e la ricombinazione del Dna nei mammiferi”.

Ospite dell’ Istituto di Genetica dell’Universita’ Cattolica di Roma, lo studioso terrà una lezione intitolata ”Gene Targeting into the 21st Century: Mouse Models of Human Disease from Cancer to Neuropsychiatric Disorders”, e parlerà delle sue recenti ricerche che hanno portato a notevoli risultati utilizzando il gene targeting che permette di cambiare le sequenze del DNA del topo cosi da creare dei modelli usati come cavie per studiare cure possibili per patologie quali il cancro, le malattie cardiache e l’alzheimer.

Come spiega Capecchi, l’uomo differisce dal topo solo per l’1% dei propri geni, quindi uno studio effettuato sui topi potrebbe essere la strada giusta per comprendere e sperimentare tecniche che aiutino a capire l’essenza genetica e le derivazioni pratiche di alterazioni indotte dai geni nei mammiferi.

Gabriele di grazia

Google+
© Riproduzione Riservata