• Google+
  • Commenta
28 settembre 2010

Università degli studi di Padova: La tutela della genitorialità sotto la lente di ingrandimento Ciclo di incontri al Bo

L’università rappresenta un microcosmo in cui si intrecciano più carriere lavorative (studenti, docenti, personale tecnico) e storie personali che possono essere messe a sistema anche grazie all’impiego delle discipline che vi si insegnano: diritto, psicologia, economia, scienze sociali e razionalizzazione organizzativa delle attività e del personale.

Il Comitato Pari Opportunità (CPO) ha redatto per il triennio 2009-2011 un Piano di Azioni Positive in cui è stata data grande attenzione alla promozione di interventi a tutela della maternità e per la conciliazione dei tempi di lavoro/studio e di vita privata delle lavoratrici (incluse coloro che hanno contratti di tipo precario) e delle studentesse, per favorire i percorsi di carriera e di studio.

Proprio per approfondire il tema della tutela della genitorialità nel mondo universitario, sotto la lente della legislazione vigente, della tutela alla sicurezza nei luoghi di lavoro, del diritto allo studio e dei costi associati, il CPO ha organizzato, in collaborazione con l’Area Organizzazione e Personale dell’Università di Padova, un ciclo di tre incontri che si terranno in Aula Nievo del Palazzo del Bo ogni giovedì fino al 14 ottobre.

Giovedì 30 settembre, alle ore 15.00, nell’Aula Nievo di Palazzo Bo si svolgerà il primo dei seminari dal titolo “Genitorialità e Diritto”.

Dopo i saluti di Giuseppe Zaccaria, Rettore dell’Università di Padova, Marina De Rossi, Presidente del CPO, e Gioia Grigolin, Dirigente dell’Area Organizzazione e Personale dell’Ateneo patavino, interverranno tra gli altri Adriana Topo, Università di Padova, Laura Calafà, Università di Verona, e Roberta Caragnano, Adapt – Centro Studi Internazionali e Comparati Marco Biagi.

Google+
© Riproduzione Riservata