• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2010

Università degli studi di Padova: Mediazione nelle politiche sociali

L’Università di Padova esporta il suo modello in Argentina

Secondo anno di collaborazione dell’Ateneo patavino con il Ministero della Giustizia e Università Nazionale di CòrdobaCome si interviene nelle politiche sociali?

È possibile valutarne risultati ed efficacia? Lo si può fare scientificamente? L’Università degli Studi di Padova grazie alla collaborazione con la Regione Veneto e attraverso una consolidata partnership tra l’Ateneo patavino, la Direzione dei metodi alternativi di gestione dei conflitti del Ministero di Giustizia di Còrdoba e la Facoltà di Scienze mediche dell’Università Nazionale di Còrdoba (Repubblica Argentina), “esporterà” il metodo scientifico elaborato dal Prof. Gian Piero Turchi proprio nello stato sudamericano.

Fino al 14 ottobre in Argentina si terrà la seconda edizione della Summer School dedicata alla mediazione e alla valutazione dell’efficacia degli interventi attuati nell’ambito delle politiche sociali.

In particolare la Summer School si svolgerà nella sede del Di.M.A.R.C (Direzione dei Metodi alternativi di risoluzione dei conflitti) e sarà inaugurata da Luis Angulo, Ministro della Giustizia della Provincia federale di Cordoba, e da Debora Fortuna, Direttrice del Di.M.A.R.C.

Al ciclo di lezioni saranno presenti Gian Piero Turchi, Direttore del Master Interateneo in Mediazione e del Corso di perfezionamento in Metodologia della ricerca in ambito discorsivo (M.A.D.I.T), Alfredo Juan Tonda, Professore associato della Prima cattedra di clinica ginecologica, e Juan Bruneto, Professore ordinario della cattedra di “Practica final” della Facoltà di scienze mediche.

Attraverso un articolato programma di cinque percorsi didattici la Summer School riesce a rispondere a diverse esigenze e ruoli che l’operatore assume nella sua realtà lavorativa. Già dal 2009 dopo la prima edizione alcuni dei partecipanti hanno utilizzato nei loro interventi professionali il metodo dialogico. Ad affiancare questa metodologia scientifica c’è il Sistema Computerizzato di Analisi Biografica (SCAB) in grado di rilevare la qualità dei servizi rivolti alla cittadinanza e un metodo operativo dialogico che garantisce il dialogo e la mediazione negli interventi.

Alla vigilia dell’avvio della Summer School, il Ministero di Giustizia di Còrdoba e l’Università Nazionale di Còrdoba hanno comunicato all’Ateneo di Padova il loro apprezzamento per il valore sia sul piano formativo che su quello operativo della Summer School che si andrà a realizzare congiuntamente e l’interesse affinché queste iniziative abbiano carattere di continuità in quanto occasioni per gli Enti coinvolti istituzionalmente per favorire lo sviluppo prassi operative rigorose e scientificamente fondate nell’ambito della promozione della Salute della comunità.

Google+
© Riproduzione Riservata