• Google+
  • Commenta
26 ottobre 2010

Università di Parma: conferenza “Il cervello e la mente”

Presiederà l’incontro Sua Eminenza Padre Giovanni Cavalcoli, Accademico Pontificio e Ordinario di Metafisica e Teologia presso la Facoltà Teologica della Studium Domenicano di BolognaL’evento nell’ambito della XX Settimana della Cultura Scientifica
Martedì 26 ottobre, alle ore 11, presso l’Aula Canuto della Facoltà di Medicina e Chirurgia (Via Gramsci 14), nell’ambito della XX Settimana della Cultura Scientifica, si terrà la conferenza divulgativa “Il cervello e la mente”, organizzata dal Museo Dipartimentale di Anatomia Umana, Farmacologia e Scienze Medico Forensi (MAFS) dell’Università di Parma.
Presiederà l’incontro Sua Eminenza Padre Giovanni Cavalcoli, Accademico Pontificio, Ordinario di Metafisica e Teologia presso la Facoltà Teologica della Studium Domenicano di Bologna, Officiale della Segreteria Pontificia di Stato a Roma di Sua Santità Giovanni Paolo II.

L’evento si colloca nell’ambito della vocazione didattica, scientifica e divulgativa del Museo Dipartimentale di Anatomia Umana, Farmacologia e Scienze Medico Forensi (MAFS) dell’Ateneo, sviluppandosi in linea con le raccomandazioni del MIUR sul ruolo di promozione culturale svolto dai Musei Universitari Scientifici.
La giornata verte sui fondamenti della ricerca biomedica in ambito antropologico, in particolare sul rapporto mente-cervello e sulle sue implicazioni bioetiche. Verranno affrontate tematiche inerenti la metodologia di ricerca razionale nel campo dell’interazione mente-cervello, i principi logici fondanti della connessione psico-neurale e le differenti modalità antropologiche ad oggi sviluppatesi per interpretare questa relazione. Le possibili ricadute bioetiche di queste considerazioni saranno inserite nei temi correnti del moderno dibattito scientifico sul rapporto mente-cervello.

L’obiettivo è fornire rilievo al ruolo che le scienze biomediche e in particolare la ricerca sul cervello e sui fondamenti della mente occupano nella formazione del medico.

Google+
© Riproduzione Riservata