• Google+
  • Commenta
29 novembre 2010

Materia primordiale creata nel 2010? Forse si

L’acceleratore più potente del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra, ha forse “creato” la materia primordiale, che è esistita solo nei primi istanti dopo il Big Bang. Uno dei 4 grandi esperimenti dell’acceleratore, Atlas, ha osservato che le collisioni di ioni di piombo a temperature altissime hanno prodotto uno stato della materia mai osservato finora: una “zuppa” primordiale in cui le particelle normalmente imprigionate nei nuclei (quark e gluoni) galleggiano liberamente. Tutto ciò con l’importante collaborazione del fisico italiano Guido Tonelli.

L’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare, comunemente conosciuta con l’acronimo CERN, è il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle. Si trova al confine tra Svizzera e Francia alla periferia ovest della città di Ginevra. La convenzione che istituiva il CERN fu firmata il 29 settembre 1954 da 12 stati membri. Oggi ne fanno parte 20 stati membri più alcuni osservatori, compresi stati extraeuropei.

Scopo principale del CERN è quello di fornire ai ricercatori gli strumenti necessari per la ricerca in fisica delle alte energie. Questi sono principalmente gli acceleratori di particelle, che portano nuclei atomici e particelle subnucleari ad energie molto elevate, e i rivelatori che permettono di osservare i prodotti delle collisioni tra fasci di queste particelle. Ad energie sufficientemente elevate, i prodotti di queste reazioni possono essere radicalmente differenti dai costituenti originali dei fasci, e a più riprese sono state prodotte e scoperte in questa maniera particelle fino a quel momento ignote.

Per maggiorni informazioni: www.cern.ch

Giampaolo Felli

Google+
© Riproduzione Riservata