• Google+
  • Commenta
29 dicembre 2010

L’Identità della Gioconda: il mistero si infittisce…

Il volto costituito sull’effetto della mobilità di ombre e lumi, plasticamente modellato, le zone d’ ombra ai lati della bocca, sono questi i dettagli che esprimono l’interiorità di uno dei personaggi più discussi della Storia dell’Arte. Stiamo parlando di Monnalisa, la celebre opera di Leonardo da Vinci. Diverse le testimonianze della sua vera identità.

Gli esperti dell’Università di Heidelberg avevano portato alla luce un manoscritto che rivelava che la donna altri non era che Lisa Gherardini, moglie del mercante fiorentino, Francesco Del Giocondo. Alcuni, invece, avevano ipotizzato che essa fosse addirittura l’amante dello stesso Leonardo; altri pensano che sia semplicemente il ritratto della madre dell’artista. Pochi giorni fa, si è verificato un nuovo sviluppo che porta le ricerche altrove. Sulla pupilla destra della Gioconda è apparsa in modo nitido la lettera S.

E’ quanto afferma Silvano Vinceti, presidente del Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Storici Culturali e Ambientali. Il presidente ha voluto mettere in rilievo il fatto che la S trovata sul quadro ha la stessa forma delle s dei manoscritti di Leonardo. Nell’occhio sinistro, invece, meno leggibile compare la lettera L, L… come Leonardo.
La lettera S rimanda agli Sforza, famiglia che acquisì notevole importanza dalla fine del XIV secolo, lasciando un segno nella storia italiana ed europea. Si restringe così l’ambiente in cui cercare la modella che ancora oggi è sinonimo di curiosità, beffa e mistero. Importanza rilevante ha anche il lavoro di alcuni storici che stanno analizzando in maniera molto approfondita tutto il materiale bibliografico.

Da questa ricerca è già emerso un nome: ” Bianca Giovanna Sforza”, figlia illegittima di Ludovico il Moro; si pensa che la donna frequentasse Leonardo nel periodo in cui egli lavorava all’ Ultima Cena.
Tuttavia, con Leonardo non si può “mai stare al sicuro”. Anche nella cultura fiamminga appaiono diverse lettere nascoste qua e là nei quadri, ognuna con valenze e significati importanti. Tuttavia, Silvio Vincenti ci lascia con il fiato sospeso ancora per un po’ con la promessa che solo a gennaio ci rivelerà i risultati della ricerca.
“Gli occhi sono lo specchio dell’ anima”, così diceva Leonardo Da Vinci ed è proprio con questa frase che forse ha lasciato un grande mistero sulla nostra Monna Lisa.

Carmen Cospite

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy