• Google+
  • Commenta
9 dicembre 2010

SAW 3D

Siamo arrivati all’epilogo della serie Horror, che tenta ancora di stupire, ma che invece, se si escludono gli effetti del tridimensionale anche nell’audio, niente di nuovo sembra prospettarsi all’orizzonte.Ci sono delle premesse da fare, prima di vedere questo tanto pubblicizzato evento cinematografico.

Innanzitutto, la sala 3d che proietta il film è sonorizzata bene? Altrimenti gli effetti sonori 3d potrebbero essere davvero deludenti.

Il 3d che volevate è quello proposto? Perché altrimenti potrebbe esserci un’altra delusione; infatti alcune scene molto veloci nel 3d perdono di qualità, perché non si capisce molto di cio che avviene, in quanto la profondità delle immagini diventa confusa con scene ad alta velocità.

Dopo queste premesse preparatevi a seguire la storia. Dimenticavo: avete visto gli altri film vero? non c’è problema! il regista ha pensato di inserire qualche flashback per alcuni personaggi ai fini di collegarli ai prequel della serie.

Quindi, si parte con le tre dimensioni con gocce di sangue nei titoli di apertura, che sembrano venirti incontro per poi ritornare nello schermo. Difatti, il 3d, in molte scene, ma non in tutte, inizia percependo la profondità delle scene dove, in base al punto di vista, il secondo piano diventa primo ed il primo diventa secondo, riferendosi alla scena.

Il film si svolge in tre piani di visione, da parte di coloro che affrontano la storia, differenti e interlacciati, che alla fine si uniranno in una nuova soluzione.

Primo piano. Siamo tornati in un altro luogo dove si svolgono i soliti giochi mortali degli altri episodi della saga, con la differenza che questa volta si scopre che l’assassino, morto in precedenti episodi, aveva un complice che lo aiutava e che la moglie del serial killer già defunto tentava di ucciderlo.

Il secondo piano ci porta a vedere la storia di una delle vittime che dovrà ripetere ciò di cui si vanta di aver superato; per cui metà del film sarà incentrato su questa storia.

Il terzo punto di vista è quello dei poliziotti che indagano su questa nuova serie di omicidi scoprendo che il complice anzidetto è un poliziotto.

Se vi piacciono le scene con sangue, in questo film non se ne risparmia una goccia. Non sono un medico, ma nella estrazione autoinflitta dei molari, sembra uscirne molto di più di quanto ne dovrebbe uscire in realtà.
Molte scene, comunque, tendono a ridicolizzare i poliziotti ed il loro lavoro, in quanto sembrerebbe suggerire molta superficialità da parte di questi anche di fronte alla soluzione del caso. Infatti, vengono macellati tutti come animali, altro sangue a Go-Go.

Il film finisce con la possibilità alla serie di continuare; io mi aspetterei una nuova puntata.

Gli effetti 3d sono spettacolari e i pezzi delle persone sembrano venirti addosso, ma solo se la scena non è troppo veloce. Impressionante è la profondità delle scene, in quanto si vedono i personaggi come se li avessi davvero di fronte; purtroppo il 3d non sembra essere incluso in tutte le scene, ma solo in quelle piu importanti, che comunque caratterizza il 70-80% del film.

Non mi resta che augurarvi buona visione.

Alessandro Carrozzino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy