• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2011

Protagonisti anche i testi del cantautore Fabrizio De André nella Giornata della Memoria 2011, all’Unical

Il 27 gennaio verrà celebrata la “Giornata della Memoria” e, per l’occasione, l’Unical ha organizzato diversi eventi che commemorano questo giorno facendo ripercorrere ai giovani e non, ciò che è stata la Shoah, la distruzione degli Ebrei d’Europa fino alla fine della guerra.
Lunedi 17 gennaio, alle 16, presso l’aula “Umberto Caldora” dell’Università della Calabria, in occasione della celebrazione della Giornata della Memoria 2011, si svolgerà un incontro di preparazione dal titolo “L’altro De Andrè, De Andrè e l’altro: i ragazzi ascoltano, riflettono, parlano” che tratterà alcuni aspetti della vita e delle canzoni del cantautore genovese Fabrizio De André. A dodici anni dalla sua scomparsa l’Unical offre un omaggio, con questa iniziativa, a un artista di grande spessore, le cui canzoni sono state oggetto di discussione, già lo scorso dicembre, al Piccolo Teatro dell’Unical in occasione di Festivart.

A De André, protagonista atipico della canzone d’autore italiana, i cui testi sono divenuti storici proprio perché toccano grandi temi della storia e dell’anima dei singoli, raccontando passioni, sconfitte e dando voce alle sofferenze umane, l’Unical ha voluto dedicare questo grande spazio, accostato alla Giornata della Memoria che commemora e trasmette sicuramente alle nuove generazioni ciò che è stata la Shoah, la distruzione sistematica degli Ebrei d’Europa durante la seconda guerra mondiale.

All’iniziativa che sarà moderata dai docenti dell’Unical Alessandro Gaudio e Paolo Coen, che lavora dal 2006 all’organizzazione della Giornata della Memoria dell’Unical, saranno presenti Alberto De Luca, che tratterà il tema “La moralità del ladrone Tito e la solitudine degli Spiriti Liberi”, Francesco De Pascale, che parlerà di “Intus non extra”: realtà e apparenza in Un Giudice”; Gabriella di Chiara e Biagio Moliterni che illustreranno rispettivamente “L’omosessuale e l’intellettuale: il lento procedere in direzione ostinata e contraria” e “Non per un dio… ma nemmeno per gioco … Lo sterminio dei rom e dei pellerossa”. A fare da sfondo all’incontro ci sarà la musica della band “Lello e i suoi”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy