• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2011

Università di Padova: Come nasce il network scientifico nel Settecento

L’epistolografìa è l’arte di scrivere lettere, soprattutto di carattere ufficiale e di argomento elevato. Questo tipologia di scrittura fu importantissima per veicolare le idee tra grandi e piccoli esponenti della comunità scientifica europea del XVIII secolo, fu cioè il mezzo attraverso cui si svilupparono i primi network, come diremo oggi, tra gli uomini di scienza.

Se ad esempio si analizza il carteggio di Antonio Vallisneri, cattedratico di Medicina Pratica e poi di Medicina Teorica nel 1709 all’Università di Padova che scrisse in lingua italiana i suoi trattati e fu uno dei primi “divulgatori” e scrittori di scienza, si può capire quanto fosse fondamentale questa tipologia di scrittura per far circolare più velocemente le nuove scoperte in ambito medico.

Domani, mercoledì 2 febbraio al Collegio Morgagni di via San Massimo 33 a Padova, ore 17.00, Dario Generali del Comitato per l’Edizione Nazionale delle Opere di Antonio Vallisneri di Milano, partendo proprio dal data-base informatico appositamente creato dal CNR di Milano sugli scritti di Vallisneri, terrà una lezione dal titolo Network scientifici ed epistolografia medica nel primo Settecento veneto.

L’incontro è organizzato dalla Scuola Galileiana dell’Università di Padova, in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’Ateneo, ed è il primo degli appuntamenti del ciclo di seminari Medicina, cultura e società in età moderna previsto dal Progetto Scienza, politica e religione all’Università di Padova. Libertà di ricerca e criteri di regolamentazione istituzionale dal XVI al XVIII secolo finanziato dalla Fondazione Ca.Ri.Pa.Ro.

Google+
© Riproduzione Riservata