• Google+
  • Commenta
17 febbraio 2011

Università di Padova: Elettricisti del cuore

Studiare l’anatomia del cuore per conoscere l’”impianto elettrico” che permette di pompare il sangue a tutto il corpo. E poterlo eventualmente riparare. Si parlerà di questo venerdì 18 febbraio 2011 alle ore 10.00, nell’Anfiteatro Morgagni “Aula Cagnetto” di Via Gabelli 61 a Padova, nel corso del convegno dal titolo “L’anatomia per l’aritmologo: tessuto di conduzione e cardiostimolazione”.

«La contrazione del muscolo cardiaco – spiega CRISTINA BASSO, docente di Anatomia patologica nella Facoltà di Medicina e Chirurgia di Padova – è un automatismo attivato da un impulso elettrico. Quando l’impulso elettrico è perturbato, il ritmo cardiaco può essere alterato da un rallentamento, una accelerazione o un ritmo irregolare. Durante il Convegno parleremo di anatomia normale e patologica del tessuto di conduzione elettrica del cuore e delle basi anatomiche della cardiostimolazione, per offrire strumenti utili alla cardiologia e alla elettrofisiologia interventistica. Particolare attenzione verrà riservata alle recenti scoperte e novità tecnologiche».

L’evento prevede due sessioni nel corso delle quali interverranno ospiti di fama internazionale. Al mattino Francis Marchlinski, direttore del Laboratorio di Elettrofisiologia della University of Pennsylvania School of Medicine di Filadelfia, terrà una lettura magistrale sulle novità in tema di mappaggio e ablazione delle tachicardie ventricolari, Mapping and ablation of ventricular tachycardias. Nel pomeriggio, GIANFRANCO BUJA, docente di Malattie dell’apparato cardiovascolare nella Facoltà di Medicina e Chirurgia di Padova e responsabile del Servizio di Elettrofisiologia della Clinica Cardiologica della stessa Università, aprirà i lavori con un intervento su La Cardiostimolazione: passato, presente, futuro. A concludere la giornata sarà la lettura magistrale di Carlo Napolitano della Fondazione Maugeri di Pavia e della New York University School of Medicine, sulle basi genetiche del blocco atrioventricolare, alla luce delle recenti scoperte della genetica molecolare, Genetics of atrio-ventricular block.

Il Convegno è organizzato dalla Sezione Triveneta della Associazione Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione-AIAC, dal Dottorato di Ricerca in Scienze Cardiovascolari e del Master in Patologia Cardiovascolare dell’Università di Padova, con la collaborazione dell’Associazione Ricerche Cardiopatie Aritmiche di Padova. Responsabili scientifici dell’evento Cristina Basso, GAETANO THIENE, professore ordinario di Anatomia patologica nella Facoltà di Medicina e Chirurgia di Padova, Emanuele Bertaglia del Dipartimento di Fisiopatologia Cardiovascolare di Mirano e presidente della Sezione Triveneta AIAC, e Roberto Mantovan dell’Ospedale “Santa Maria di Ca’ Foncello” di Treviso.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy