• Google+
  • Commenta
3 marzo 2011

Il ritorno di Caparezza

Caparezza è tornato, e lo ha fatto alla grande. A tre anni dal suo ultimo lavoro in studio, “Le dimensioni del mio caos”, oggi, primo marzo, viene pubblicato il suo quinto album dal titolo evocativo “Il sogno eretico”, che promette di non risparmiare critiche a nessuno, in concomitanza con l’uscita del suo primo Best Of, “Epocalisse: Capalogia Da ?! Al Caos”, che ripercorre i primi otto anni della sua carriera attraverso i brani più significativi che lo hanno reso popolare.

Il cantautore e rapper di Molfetta è sicuramente uno degli artisti più apprezzati degli ultimi dieci anni. I suoi testi irriverenti e ironici, capaci di arrivare al cuore della gente comune grazie alla semplicità del linguaggio fortemente ancorato al reale, sono la spina dorsale di brani che toccano vari generi musicali come il pop, il rock e il folk, e che sono caratterizzati da melodie orecchiabili ed arrangiate in modo elaborato.

Artista poliedrico, intelligente e dotato di rara umiltà, gli unici palchi che ama calpestare sono quelli delle sue performance live dove si prodiga in veri e propri spettacoli pirotecnici che sconfinano nel teatrale, tanto che più di un semplice concerto si può parlare di un’esperienza visiva al limite dello psichedelico.

Satira e musica di qualità sono dunque il segreto del successo di Michele Salvemini, questo il vero nome dell’artista, che domani, mercoledì 2 marzo alle ore 18, presenterà la sua ultima fatica discografica alla Feltrinelli – Libri e Musica (via Appia Nuova 427), incontrando il pubblico e parlando dei temi contenuti nel suo nuovo disco che, come si evince dalla copertina che vede la presenza di un boia, sarà incentrato sulle tante contraddizioni che caratterizzano il nostro paese in questo inizio millennio ed in particolare sul bisogno di riaffermare la libertà di pensiero che è un pieno diritto di ogni uomo.

Gabriele di Grazia

Google+
© Riproduzione Riservata