• Google+
  • Commenta
8 marzo 2011

Università di Padova : il problema storico dell’Unità d’Italia

Quale fu il quadro internazionale in cui maturò l’unità d’Italia? E quali le sue premesse “culturali” o il ruolo dei cattolici? L’opzione federalista come fu esplorata? Queste domande non sono attuali solo perché siamo nell’anno del 150° dell’unità, ma diventano quesiti cui serve dare una risposta per capire chi siamo ora.
Attraverso l’intervento dei maggiori studiosi italiani, da mercoledì 9 marzo al 19 aprile, l’Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea con il Dipartimento di Storia dell’Università di Padova e in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova propongono un ciclo di conferenze dal titolo “Il problema storico dell’unità d’Italia”.
Ugo Baldini, Ennio Di Nolfo, Giuseppe Galasso, Salvatore Lupo, Alba Lazzaretto e Mario Bertolissi cercheranno di spiegare premesse, contesto, storia e storiografia della nostra nazione all’alba e dopo l’unificazione del 1861.

Alla presenza del Magnifico Rettore, Giuseppe Zaccaria, del Sindaco di Padova, Flavio Zanonato, mercoledì 9 marzo in Aula Nievo del Palazzo Bo alle ore 15.30 Angelo Ventura, Professore emerito dell’Università di Padova, aprirà il ciclo con una conferenza dal titolo “Italia, italiani, italianità: il problema storico della nazione”.

Per informazioni: 049/8273331 e ivsr@unipd.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy