• Google+
  • Commenta
27 aprile 2011

Fragola, la gustosa frutta del benessere

Premesso che esiste una netta associazione tra il consumo di diete ad alto contenuto in frutta ed ortaggi ed il diminuito rischio di patologie croniche tra cui il cancro e le malattie cardiovascolari, conosciamo meglio un frutto che da Aprile a Giugno profuma le nostre tavole : la fragola. Si tratta di un frutto antico, caratterizzato da un ottimo profumo e da un sapore dolce ; al momento dell’acquisto le fragole devono presentarsi sode, di colore rosso uniforme, con il picciolo ancora attaccato al frutto e prive di ammaccature e muffe.

Se non si prevede di consumarle subito, vanno tenute in frigorifero per non più di 2-3 giorni e non vanno lavate, né condite. Costituite al 90% di acqua, 100 g di fragole contengono solo 30 calorie, non contengono grassi saturi, colesterolo o sodio. Tuttavia costituiscono un alleato della linea solo se consumate fresche, al naturale, o condite con succo di limone, evitando quindi di associarle ad altri ingredienti ad elevato contenuto calorico quali zuccheri, panna o gelato. Fin dall’antichità questo frutto è stato apprezzato per le sue proprietà terapeutiche in virtù del contenuto di vitamina C che rafforza il potere immunitario, vitamina B e buone quantità di calcio, fosforo e potassio.

Fondamentale è anche il potere antiossidante delle fragole : in esse infatti troviamo polifenoli, flavonoidi, ma anche acido allagico e resveratrolo. Ecco il motivo per cui questo frutto è collocato tra i primi posti nella classifica dei cibi che aiutano a rimanere giovani. Addirittura è stato scientificamente verificato che alcuni estratti delle fragole sono in grado di fungere da agenti anti-tumorali in virtù della loro capacità di proteggere il DNA dall’attacco di radicali liberi. Come se non bastasse, inoltre, l’elevato contenuto di antiossidanti gioca un ruolo decisivo anche nella lotta alle malattie cardiovascolari, attraverso l’inibizione dell’ossidazione del colesterolo cattivo (LDL). Buoni effetti sono stati riscontrati anche per quel che concerne le funzioni cerebrali ed infine non è da trascurare nemmeno la capacità anti-infiammatoria che hanno le fragole. Un motivo ulteriore per cui sarebbe quasi delittuoso trascorrere la primavera, senza godersi il loro profumo ed il loro gusto.

Andrea Cioffi

Google+
© Riproduzione Riservata