• Google+
  • Commenta
10 aprile 2011

Giovedì Santo folk a Rende

Un aprile denso di appuntamenti quello della Cosenza “rockettara”: dopo l’esibizione dei Linea 77, storica band crossover torinese, gli studenti (e non solo) amanti del rock e del folk potranno scatenarsi sulle note dei travolgenti Folkabbestia, che si esibiranno il 21 aprile al B-Side, locale di Rende ormai punto di riferimento di quella popolazione “alternativa” che popola la città.

Ad organizzare l’evento come sempre la B-Alternative, che in questi ultimi mesi è riuscita a portare tra i Bruzi gruppi di una certa levatura, oltre ad organizzare party studenteschi sempre più affollati.

I Folkabbestia sono pugliesi, per la precisione di Bari: “nati” nel 1993, la band, formata da Lorenzo “Lollomanna” Mannarini (voce e chitarra), Francesco “Checco” Fiore (basso), Nicola “Negus” De Liso (batteria), Fabio “Fobbio” Losito (violino), Pietro “Piero” Santoro (fisarmonica), Simone “Pitone” Martorana (chitarra) e Giorgio Distante (tromba), è famosa, oltre che per essere uno dei più importanti gruppi folk nel panorama nazionale, anche per un fatto curioso: nel 2003 sono entrati nel “Guinness dei Primati” per aver suonato, per 30 ore di seguito, la stessa canzone (battendo un record detenuto in precedenza da Elio e le Storie Tese).

Mannarini e soci possono vantare una discografia formata da ben dieci lavori: in questo 2011 stanno girando su e giù per la penisola per presentare l’ultimo album, “Girano le pale”, di cui molti brani verranno eseguiti anche durante il concerto al B-Side.

I Folkabbestia, come già accennato, sono tra gli alfieri del folk-rock italico: il loro stile è un vero e proprio viaggio nella tradizione popolare pugliese e meridionale, con qualche puntatina alla musica folkloristica balcanica e irlandese, allo ska e al punk. I loro testi, ironici e leggeri, ben si amalgamano con la musica, che riesce sempre a far scatenare i presenti: infatti il punto di forza dei Folkabbestia è la presenza scenica, che crea con il loro folk solare e festoso un cocktail esplosivo: a dimostrazione di ciò è la folta schiera di fans che la band si è costruita sin dalle origini della sua storia.

Ghiotta occasione per gli innumerevoli amanti del folk e della taranta che abitano a Cosenza e Rende: si prevede un B-Side gremito, come avviene pressoché per ogni evento del genere organizzato in città.

Alberto De Luca

Google+
© Riproduzione Riservata