• Google+
  • Commenta
30 aprile 2011

THE HOUSEMAID

Donna, essere umano e madre sono tre espressioni dello stesso volto.A distanza di quattro anni dall’uscita di The old garden, IM Sang-soo torna a far parlare di se con la reinterpretazione di The Housemaid, direttamente dalle selezioni della 63esima edizione del festival di Cannes.

Hoon, (Lee Jung-Jae) onnipotente e ricco, seduce la tenera Euny, (JEON Do-youn), bambinaia dallo spiccato senso materno inconsapevole della rovinosa dinamica famigliare che la vedrà protagonista indiscussa di quello che si può definire una rappresentazione fedele di una società formale .Il denaro ha ammutolito anche la giovane Hera,(SEO Woo) sposa silenziosa e madre encomiabile.

Donna, essere umano e madre sono tre espressioni dello stesso volto, quello della giovane Euny, fragile e fedele, a se stessa ma ancor di più al senso di dovere verso una famiglia disposta a tutto. Forte di ruoli femminili vincenti, IM Sang-soo presenta uno spaccato odierno e realistico, della società del mistero, che cela sentimenti ed evidenzia i ruoli, fagocitando a volte le personalità più deboli.

The hausemaid è il trionfo della femminilità, contro un patriarcato solo apparente i ruoli dominanti sono occupati da donne scaltre e coraggiose, che si assumono glorie e responsabilità, pronte a tutto per difendere i propri interessi, con ogni arma: sensualità intelligenza ma soprattutto astuzia.

Valentina Quaranta

Google+
© Riproduzione Riservata