• Google+
  • Commenta
29 aprile 2011

Tilt in Italia: bloccati i siti web di Aruba

Venerdi 29 aprile, anche Controcampus.it come innumerevoli siti italiani ha smesso di funzionare, purtroppo ciò che è accaduto non è dipeso dalla Redazione bensì da un problema di server! A causa di problemi tecnici milioni di siti internet italiani, a partire da stamane, sono stati non funzionanti a causa di un problema nel server fram di Aruba.

Tutto è cominciato alle quattro circa di questa mattina, 29 aprile, il più importante down della rete Internet d’Italia ha avuto seri problemi a causa di un surriscaldamento. Il tutto è stato causato da un principio di incendio nella sala UPS della server farm di Aruba ad Arezzo, società ledear nel web hosting e nei servizi Internet italiani.
I vigili del fuoco hanno cercato di spegnere le fiamme dovute a un surriscaldamento.

La protesta degli utenti è stata repentina, in quanto anche i servizi collegati ai siti non sono stati funzionanti come le email, ma ad Arezzo si è cercato di risolvere il guasto con pronta velocità, Aruba si è dichiarata infatti pronta a dialogare con gli utenti in maniera ufficiale per rassicurarli sulla situazione.
Per tranquillizzare tutti Aruba fin da subito ha voluto puntualizzare con un messaggio sul proprio forum e sul suo canale twitter spiegando “confermiamo che le macchine server e le sale dati non hanno subito alcun danno” per sottoliniare che tutti i dati sono integri, così come i server.
Successivamente c’è stato un velocissimo scambio di messaggi.
In un secondo messaggio, infatti, è stato comunicato che si stava procedendo alla rimozione della polvere prodotta dalla combustione e che successivamente sarebbero seguiti gli interventi di ripristino. A questo ha seguito un ennesimo messaggio di risposta alle incombenti lamentele che chiedeva a tutti gli utenti di avere pazienza perché la riaccensione del server senza i dovuti controlli avrebbe potuto causare nuovi incendi o danni molto più gravi, magari permanenti.

Si sono trovati in difficoltà milioni di persone, in quanto bisogna ricordare che Aruba è il server con maggiori clienti in tutta Italia e che può essere paragonato ad un server americano, siti internet di aziende, scuole, uffici, università e quant’altro hanno avuto un blackout e per tutta la giornata sono stati bloccati.

Cosa succede quindi a tutti noi se un server fram si blocca?
Ecco si bloccano anche le operazioni lavorative e le vite di tutti noi, bisognerebbe quindi essere meno dipendenti dalla tecnologia? Potrebbe essere una cosa possibile al giorno d’oggi?

Pertanto a causa di questi problemi anche il nostro sito oggi ha avuto delle difficoltà, il corretto funzionamento è già stato però ripristinato.
Ci scusiamo per i disagi che si sono verificati. Ed ora che è tutto risolto, potrai come sempre leggere tutte le news del mondo universitario su Controcampus.it; per essere aggiornato sulla tua Università con un semplice click!

Serena Valeriani

Google+
© Riproduzione Riservata