• Google+
  • Commenta
31 Maggio 2011

“Joan Miró: Poème”

Bard, il comune più piccolo della Valle d’Aosta, ospita una mostra, dal 18 maggio al 1° novembre 2011 negli spazi espositivi del Forte di Bard, imponente piazzaforte della prima metà dell’Ottocento, dedicata ad uno dei maggiori esponenti del surrealismo, l’artista spagnolo, Joan Mirò.

La mostra, intitolata “Joan Mirò, poème”, accoglie circa 200 opere, tra oli, sculture, opere grafiche, disegni, incisioni e litografie originali, ceramiche e libri. Opere che documentano la diversità delle tecniche e degli stili di Joan Miró, il principe della Metamorfosi. Le sale espositive non seguono un ordine cronologico ed il visitatore sarà immerso in un percorso fatto di continue sorprese.

Mirò ha ereditato dalla sua terra catalana una lingua, una tradizione e il gusto per la libertà il tutto unito da un’insaziabile curiosità verso la natura e il mondo che lo circonda. Miró è sempre stato alla ricerca di un suo universo che conquista di opera in opera, di quadro in scultura, di disegno in ceramica, di incisione in arazzo: «Il quadro deve essere fecondo, deve far nascere un mondo. Che si vedano fiori, personaggi, cavalli, poco importa, purché riveli un mondo, qualcosa di vivo» affermava l’artista.

La mostra è stata curata da da Sylvie Forestier con il contributo di Isabelle Maeght e Gabriele Accornero ed organizzata dall’Associazione Forte di Bard, con il sostegno della Regione Autonoma Valle d’Aosta, della Compagnia di San Paolo, della Fondazione Crt e della Finaosta Spa e usufruisce di prestiti concessi dalla Fondazione Maeght di Saint-Paul-de-Vence (Provenza) con la quale il Forte di Bard ha firmato un importante accordo di collaborazione.

Informazioni: Associazione Forte di Bard:

Viviane Cammarota

Google+
© Riproduzione Riservata