• Google+
  • Commenta
22 giugno 2011

Successo per il corso di pugilato dell’Unict

Il corso ha registrato l’iscrizione di 300 studenti, un numero molto significativo tenuto conto che il corso costituiva un’esperienza sperimentale di approccio teorico e pratico in aula ed in palestra. Pochi giorni fa si è concluso all’Università della Magna Graecia di Catanzaro, il corso di pugilato iniziato a Dicembre presso Scienze Motorie.

Il corso ha registrato l’iscrizione di 300 studenti, un numero molto significativo tenuto conto che il corso costituiva un’esperienza sperimentale di approccio teorico e pratico in aula ed in palestra.

Senza dubbio gli ultimi anni hanno visto un numero sempre crescente di giovani universitari interessati alla “nobile arte” del combattimento sportivo.

Secondo i dati diffusi dal CONI, nel biennio 2008-2009 il pugilato in Italia è cresciuto circa del 40%.

Il merito della crescita di questo trend oltre che delle politiche sportive del welfare universitario è da attribuire anche ai successi riportati dagli atleti azzurri alle Olimpiadi di Pechino ed ai Campionati del mondo svoltisi a Milano.

Proprio Pechino e Milano rappresentano due degli ultimi successi del peso supermassimo delle Fiamme Oro Roberto Cammarelle, modello di pugilato proposto agli studenti di Scienze Motorie della UMG.

Gli studenti hanno focalizzato tutta la loro attenzione sulle gesta del pugile azzurro.

I ragazzi hanno dimostrato curiosità verso questo sport e con entusiasmo hanno provato tra loro, dopo aver appreso i fondamentali; tutti coloro che hanno superato il test finale avranno la possibilità di richiedere il rilascio del brevetto da “Istruttore Giovanile di Pugilato”.

Il corso inoltre ha dato la possibilità di un ulteriore corso di perfezionamento tecnico finalizzato al conseguimento del brevetto di “Aspirante Tecnico sportivo di PUgilato”.

Le lezioni pratiche supplementari si sono tenute nella palestra “Stella” della associazione pugilistica Eagles di Catanzaro.

Questa ulteriore prova si è conclusa con il rilascio di 27 brevetti assegnati dopo l’esame da parte di una commissione federale presieduta da Massimo Scioti e dall’ex campione d’Europa Alfredo Raininger.

Il corso oltre che una grande opportunità ha rappresentato un perfetto esempio di ottima offerta formativa coniugata alla scelta di un corpo docente di tutto rispetto.

Tra i docenti sono infatti da segnalare il dott. Alberto Castagna (formatore iscritto all’albo della FPI), l’Arbitro internazionale AIBA Sebastiano Sapuppo di Lecce ed il maestro Salvatore Loriga di Crotone.

Il corso di laurea in Scienze Motorie dell’UMG è stato capace di offrire un’ampia gamma di sport da combattimento tra le materie di studio, oltre al pugilato che è stato proposto come materia facoltativa.

Fra le materie caratterizzanti sono da segnalare invece il Judo ed il Tae Kwon Do negli sport individuali. L’esperienza del corso di pugilato è senza dubbio il segnale di un ateneo capace di raccogliere gli stimoli forniti dall’ambiente giovanile della propria città nonchè di tutta la penisola.

A livello professionistico ogni anno gli affiliati alla Federazione Italiana Pugilato crescono con un ritmo di circa 10 individui iscritti, di cui almeno una appartenente al gentil sesso; mentre a livello amatoriale e non professionistico l’interesse dei più giovani pur se non quantificabile è in rapida rimonta all’interno del settore degli sport individuali come il tennis o l’atletica.

L’esperienza della UMG potrebbe essere dunque un segnale di avanguardia ed apertura verso un futuro replicabile in altre realtà di tutta la penisola, con la nascita di nuovi corsi ufficiali all’interno delle classi di Scienze Motorie.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy