• Google+
  • Commenta
9 giugno 2011

Università Cà Foscari : Network degli Atenei d’Europa

Dal 9 all’11 giugno, l’Università Ca’ Foscari ospita l’Annual Hermes Network Meeting, punto di incontro e discussione sui più importanti temi riguardanti lo stato dell’Alta Formazione e della Ricerca nel Management e nell’Economia.
Nato nel novembre 1997 presso l’Ecole de Management di Strasburgo, Hermes è un consorzio strategico tra quattordici Università di otto Paesi europei che si incontrano annualmente per un confronto sui rispettivi progetti formativi con lo scopo principale della creazione di doppi titoli di studio.

Ca’ Foscari partecipa dal 2010 al network e, come primo compleanno, quest’anno ospiterà il Meeting presso la sede centrale dell’Ateneo. La giornata di lavoro si concentrerà venerdì 10 giugno e sarà focalizzata sul progetto della realizzazione di una Scuola europea di dottorato, sull’andamento dei lavori in vista dell’istituzione di un certificato Hermes e sulla nascita di un master Mba itinerante negli atenei del network in campo economico. Durante i lavori verranno inoltre eletti Presidente e Segretario generale del consorzio e ci saranno le presentazioni di due nuovi ingressi nell’Hermes: l’Academy of Economic Studies of Bucarest e l’Athens University of Economics and Business.

Alla cornice veneziana dell’evento, viene affiancato il “Dolomitic gala dinner”, cena di fine lavori pensata nell’ottica della promozione della grande varietà del Veneto. Il territorio bellunese diventa così l’originale scenario della serata conclusiva, presentando agli ospiti internazionali e ai maggiori rappresentanti dell’Ateneo veneziano i prodotti, le persone e le immagini che meglio rappresentano il Bellunese.

La Cooperativa “Un mondo di idee”, un gruppo di giovani bellunesi specializzato nella manutenzione e promozione del territorio attraverso molteplici iniziative, giocherà un ruolo importante organizzando il rinfresco di fine meeting con prodotti tradizionali bellunesi.

A rappresentare il bellunese, ci saranno il Presidente di Confindustria Belluno, Gian Domenico Cappellaro, l’ingegner Giovanni Villano, segretario della Fondazione per L’alta Cultura a Belluno e Bruno Bellò, presidente di Clivet, che farà da “guest speaker” e che illustrerà agli ospiti le capacità di innovazione ed internazionalizzazione degli imprenditori bellunesi.
L’iniziativa si è resa possibile grazie al contributo della neonata “Associazione di giovani architetti bellunesi” (AGABL) che ha curato in particolare la parte grafica dell’invito ufficiale e dei programmi e della Fondazione Teofilo Intato. Fondazione che, come nell’esperienza del trovatello di Lentiai che ne ha ispirato l’istituzione, continua a sostenere il territorio natio anche dall’estero.

Durante la serata, verranno proiettati i video del riconoscimento delle Dolomiti come Patrimonio Unesco. Telebelluno, sarà presente con la sua troupe per le riprese e il coordinamento della serata.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy