• Google+
  • Commenta
8 luglio 2011

Anche la riforma… va in vacanza!

È tempo di vacanze per tutti, anche per le riforme!

È fresca di giornata, infatti, la nuova (buona?) che una parte della riforma del sistema universitario non diventerà una realtà di fatto tanto a breve.
È lo stesso ministro Gelmini a comunicare alla stampa che la sua tanto agognata riforma slitterà ad ottobre, approfittandone per raccontare l’intero stato dell’arte della stessa e dei passi fatti fino ad oggi sul tema.

Ricordiamo tutti che la Gelmini tre mesi fa (ad aprile) aveva dichiarato (forse avvertito!) che la riforma, con tutte le sue novità sarebbe diventata una realtà di fatto operativa a fine luglio, cioè di questo mese!
Ma forse, chissà, l’aria di vacanze, di sole e di mare ha fatto modificare il suo diagramma di Gantt!

Ovviamente ha precisato che, comunque, già trentadue provvedimenti dei trentotto previsti sono già stati firmati, mentre a breve ci sarà l’emissione definitiva dei restanti sei. Sette, infine, saranno approvati definitivamente entro luglio.

Gli aggiornamenti sulla riforma tanto criticata del sistema universitario ci raccontano che l’unico decreto ormai definitivo e quello che aumenta oltre il venti per cento gli importi degli assegni di ricerca (ma sicuro che era tutto così nero in questa riforma?): gli assegni passeranno da sedicimila euro a diciannovemila seicento circa.

Sempre già in vigore l’emendamento che stabilisce più risorse alle migliori università italiane (la quota premiale è passata dal dieci ad oltre il tredici per cento… circa novecento trenta milioni!).

Purtroppo per le tante università che non riusciranno a rivolvere il gap, è in attivo anche il provvedimento che prevede che le università con i conti “in rosso”, se non si rimetteranno in sesto entro il 2014, saranno “crudelmente destinate” al commissariato.

Si è provveduto inoltre già a ridurre i settori scientifico-disciplinari: si è passati da trecentosettanta milioni a soli centottanta! Però in compenso l’anno prossimo sarà possibile reclutare ricercatori che hanno vinto progetti internazionali e saranno sbloccate le procedure di abilitazione scientifica.

Anche in questo caso, come sempre, lascio a voi il giudizio…

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy