• Google+
  • Commenta
8 luglio 2011

Ca’ Foscari, collaborazione ateneo-ministero per la stesura delle linee guida nazionali del progetto Carbon Management

Il rettore Carlo Carraro: «L’attenzione a parametri ambientali ed economici consentono di trasformare un’università in una risorsa preziosa per il benessere della comunità in cui si inserisce»

VENEZIA – Una riduzione di 113 tonnellate nell’emissione di gas serra, un risparmio dell’11,43% nei costi del riscaldamento e un abbattimento del 21,06% in quelli dell’acqua. Sono alcune delle voci della sostenibilità a Ca’ Foscari, raccolte nel primo Report sui consumi, i risparmi e le buone pratiche dell’ateneo, presentato oggi a Venezia. Il Report di Sostenibilità è il risultato di un lavoro complesso partito dalla ricognizione di tutti i numeri di Ca’ Foscari, dall’impatto ambientale agli studenti, dal personale al bilancio fino all’offerta formativa con la valutazione dell’indice di gradimento da parte degli iscritti.

La sostenibilità dell’ateneo si esprime anche attraverso i dati della performance sociale: le donne in organico sono il 50% del personale totale, gli studenti stranieri salgono al 5%, il tasso di occupazione a 3 anni dalla laurea è dell’80%, del 54% ad un anno dal conseguimento del titolo. Anche la mobilità è sempre più sostenibile: treno ed autobus sono i mezzi di trasporto più usati dagli studenti e dal personale dell’ateneo.

Del Report è parte fondante il Progetto Carbon Management, volto a ridurre le emissioni inquinanti, siglato nel luglio scorso dal Rettore Carlo Carraro e dal Direttore Generale del Ministero dell’ambiente Corrado Clini. Lo scopo è quello di quantificare le emissioni di gas serra generate dall’ateneo e da tutti i suoi utenti attraverso una carbon footprint. Ca’ Foscari collabora con il Ministero, soggetto finanziatore, nella stesura delle linee guida di Carbon Management che diventeranno standard certificato per gli altri atenei.

Soddisfatto il rettore Carlo Carraro: «Questo report è una delle testimonianze del grande sforzo di rinnovamento che, anche in questo campo, sta interessando l’ateneo nel corso dell’ultimo anno e mezzo – sottolinea Carraro – L’attenzione a parametri ambientali ed economici consentono di trasformare una università in una risorsa preziosa per il benessere della comunità in cui si inserisce. Unviersità che vuole in questo modo essere più equa, più sostenibile e più meritocratica».

Chiara Mio, Delegata del Rettore alla Sostenibilità Ambientale e Responsabilità Sociale, ha seguito la formulazione del Report in tutte le sue fasi: «Siamo il primo ateneo che pubblica un Report di Sostenibilità con obiettivi, ovvero con una precisa carta degli impegni – afferma Chiara Mio – siamo inoltre gli unici ad avere in Italia un Carbon Program; non vanno dimenticate poi le numerose azioni messe in campo per gli studenti portatori di handicap. La tecnologia ci viene in aiuto, essa si coniuga molto bene con i processi di sostenibilità»

Alla presentazione del Report di Sostenibilità è intervenuto l’assessore alle attività produttive del Comune di Venezia Antonio Paruzzolo: «Credo molto nella sostenibilità che è prima di tutto un fatto culturale – sostiene Paruzzolo – Osservo con entusiasmo istituzioni come Ca’ Foscari impegnate ad alimentare questa strada». Francesco Miggiani, direttore di Confidustria Venezia anch’egli ospite dell’evento, ha affermato l’importanza che «nel campo della sostenibilità il mondo delle imprese dialoghi e collabori costantemente con quello universitario sui temi della ricerca e dell’innovazione».

EMISSIONI GAS SERRA

I primi dati del progetto pilota Carbon Management, nato in collaborazione con il Ministero
dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con l’obiettivo di applicare misure di mitigazione ambientale e quantificare l’impronta di carbonio generata dalle attività di Ca’ Foscari, evidenziano una generale riduzione delle emissioni inquinanti (CO2) nell’aria.

Le emissioni di gas effetto serra sono passate dalle 12.336 tonnellate del 2009 alle 12.223 del 2010 e la perfomance ambientale del 2010 può essere così riassunta:

-* Consumo di energia elettrica (kW/h) 9.858.267
-* Consumo di gas (m3) 632.655
-* Consumo di acqua (m3) 120.896
-* Emissioni (Kg di CO2eq) per studente 585
-* Emissioni (Kg di CO2eq) per dipendente 10.982
-* Emissioni (Kg di CO2eq) per m2 160

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Lo stato della raccolta (sede di Ca’ Foscari):

-* Vetro/plastica/lattine: 14%
-* Carta/cartone: 31%
-* Indifferenziato: 55%

Attualmente la raccolta differenziata dei rifiuti è in corso nelle sedi di Ca’ Foscari e San Giobbe; entro la fine di luglio verrà avviata anche a San Basilio e Malcanton-Marcorà e a fine 2011 anche a Santa Marta. In tutte le altre sedi dell’ateneo il progetto sarà attivo entro la fine del 2012.

MOBILITA’

Autobus e treno sono i mezzi di trasporto più utilizzati dal personale e dagli studenti per raggiungere il posto di lavoro o di studio nelle 4 città (Venezia, Mestre,Treviso, Portogruaro) dove Ca’ Foscari ha le sue sedi. Venezia è raggiunta in treno dal 47,14% della “popolazione” dell’ateneo, mentre il 23,28% sceglie l’autobus; l’automobile risulta il mezzo di trasporto più usato a Portogruaro (61,54%) mentre nelle altre città la percentuale è inferiore al 30%.

I dati emergono dal questionario on line somministrato a tutto il personale e a tutti gli studenti: quasi l’80% del campione (1095 persone) proviene dalle province di Venezia e a seguire Treviso e Padova, a riprova di come le relazioni dell’area metropolitana risultino sempre molto intense e probabilmente suscettibili di miglioramento dal punto di vista dei collegamenti tramite trasporto pubblico.

COSTI DI ESERCIZIO ATTRIBUIBILI ALLE SEDI:

Fitto locali
-* 2009: 1.011.578,67 euro
-* 2010: 767.430,05 euro
-* Differenza: -244.148,62 euro
-* Manutenzione (locali e aree verdi+ mobili attrezzature macchine e impianti)
-* 2009: 2.414.870,32 euro
-* 2010: 2.019.408,75 euro
-*Differenza: -395.461,57 euro
-*Pulizia locali
-*2009: 1.175.981,04 euro
-*2010: 1.080.088,15 euro
-*Differenza: -95.892,89 euro
-*Canoni acqua
-*2009: 215.347,46 euro
-*2010: 170.000,00 euro
-*Differenza: -45.347,46 euro
-*Energia elettrica
-*2009: 1.393.315,12 euro
-*2010: 1.596.990,44 euro
-*Differenza: 203.675,32 euro
-*Riscaldamento
-*2009: 756.000,00 euro
-*2010: 669.580,01 euro
-*Differenza: -86.419,99 euro
-*Vigilanza e Servizi di portierato:
-*2009: 1.153.156,00 euro
-*2010: 1.033.584,47 euro
-*Differenza: – 119.571,53 euro
-*TOTALE
-*2009: 8.120.248,61 euro
-*2010: 7.337.081,87 euro
-*Differenza: -783.166,74 euro

PERFORMANCE SOCIALE 2010

-*Studenti iscritti al I° anno (ai corsi di laurea e di laurea magistrale): 5.862
-*Studenti iscritti (a tutti i corsi di studio e corsi post-laurea, tranne la SSIS): 19.428
-*Laureati nel 2010: 3.552
-*Studenti esonerati totalmente dal pagamento: 1.749
-*Studenti stranieri: 4.4%
-*Tasso di occupazione (dopo 1 anno dalla laurea): 54,6%
-*Tasso di occupazione (dopo 3 anni dalla laurea): 80,9%
-*Docenti e ricercatori stranieri: 4.9%
-*Donne in organico: 50.5%
-*Ore di formazione per il personale: 10.406
-*Passaggi di qualifica / pos. econ. / profilo del personale a T.I. e dirigente 191
-*Contratti di telelavoro: 21
-*Personale appartenente alle categorie protette rispetto agli obblighi di legge: 65%

GRADIMENTO DEGLI STUDENTI

La percentuale di soddisfazione degli studenti di Ca’ Foscari emerge dall’analisi del questionario annuale su didattica e servizi erogato a tutti gli iscritti (matricole escluse).

Sintesi dei giudizi sulle aule:

-*voto 6,51 (e il 75% ritiene sufficiente a disponibilità dei posti a sedere);

-*sulle strutture dove avvengono le esperienze pratiche: 6,61;

-*sulle biblioteche: 7,45;

-*sul centro linguistico di ateneo: 6,12;

-*sulla qualità delle fonti informative (siti e guide): 6,49.

Sintesi dei giudizi sulle mense ESU

Voto 6,80

Sono complessivamente soddisfatti del corso di laurea
-*decisamente sì 29,6%
-*più sì che no 55,3%
-*Si iscriverebbero di nuovo all’università?
-*sì, allo stesso corso dell’Ateneo 64,6%
-*sì, ma ad un altro corso dell’Ateneo 13,1%
-*sì, allo stesso corso ma in un altro Ateneo 7,3%
-*sì, ma ad un altro corso e in un altro Ateneo 10,7%
-*non si iscriverebbero più all’università 3,5%

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy