• Google+
  • Commenta
6 luglio 2011

Ca’ foscari sostenibile taglia le emissioni inquinanti

Venerdì 8 luglio alle ore 10.30 in aula Baratto sipario sul primo report che fotografa consumi e risparmi attuati dall’ateneo

Alla presentazione saranno illustrati tutti i numeri delle strutture universitarie censite nel documento

VENEZIA – Un colpo di forbici allo smog e alla produzione di rifiuti. E’ la Ca’ Foscari sostenibile che ha tagliato emissioni, consumi energetici e attuato una serie di buone pratiche.

Venerdì 8 luglio dalle ore 10.30 alle ore 12 in aula Baratto a Ca’ Foscari, l’ateneo presenta il suo primo report di Sostenibilità con tutti i risultati raggiunti nel corso del primo anno di applicazione dei protocolli per il rispetto dell’ambiente.

Un lavoro complesso partito dalla ricognizione di tutti i numeri di Ca’ Foscari, da quello degli studenti, passando per quello del personale interno arrivando a quelli di bilancio. Ma che ha compreso anche il gradimento da parte degli studenti rispetto all’offerta formativa.

Una fotografia dettagliata che inquadra tutti gli aspetti che gravitano attorno alla sostenibilità: la quantità di toner o di carta acquistati, i litri di carburante utilizzati per gli spostamenti ecc ecc.

Questo il programma:
-* 10.30 Apertura lavori
Carlo Carraro, Rettore, Università Ca’ Foscari

Intervengono
-* Chiara Mio, Delegata del Rettore alla Sostenibilità Ambientale e Responsabilità Sociale, Università Ca’ Foscari
-* Antonio Paruzzolo, Assessore alle Attività Produttive, Comune di Venezia
-* Luigi Brugnaro, Presidente, Confindustria Venezia
-* Alberto Scuttari, Direttore Amministrativo, Università Ca’ Foscari
-* Carla Tabone, Studentessa, Università Ca’ Foscari

-# 11.45 La sostenibilità a Ca’ Foscari vista dalle aziende
-* Stefano Rossi, Direttore Risorse Umane, Geox
-* Gianpiero Coppola, Amministratore Delegato, Helios Technology
-* Paolo Contò, Direttore Generale, Consorzio Priula e Consorzio Treviso Tre
-# 12 Chiusura lavori e aperitivo equo-solidale

L’inserimento del tema della sostenibilità negli impegni presi da Ca’ Foscari nel suo nuovo statuto e nel suo piano strategico ha portato in primo piano un aspetto finora trascurato della politica universitaria: l’attenzione al rispetto dei parametri ambientali, sociali ed economici che consentono di trasformare una università in una risorsa preziosa per il benessere della comunità in cui essa si inserisce.

Google+
© Riproduzione Riservata