• Google+
  • Commenta
11 luglio 2011

Medicina e Giurisprudenza: la Gelmini vuole ridurre la durata

Il ministro Maria Stella Gelmini tra una vacanza e l’altra annuncia a Il Giornale una prossima norma che disciplinerà l’Università Italiana: le facoltà di Medicina e Giurisprudenza saranno accorciate di un anno.

La nuova riforma che toccherà le facoltà di Medicina e Giurisprudenza andrebbero a ridurre, se la proposta passasse, i 6 anni per la laurea portati a 5 e il corso di laurea specialistica che attualmente richiede quattro o cinque anni.

Il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Amedeo Bianco è d’accordo col ministro Gelmini di ridurre di un anno l’intero iter universitario che formerà i nuovi medici e avvocati.

“L’importante – afferma Bianco – non è tanto abbreviare il corso di laurea passando da 6 anni a 5, che non mi sembra fattibile, quanto intervenire sulle scuole di specializzazione, soprattutto migliorando e potenziando le attivita’ professionalizzanti” e continua con l’idea di “far scendere prima sul campo i giovani medici, metterli prima a contatto con la prevenzione, l’assistenza, il mestiere insomma, gia’ durante la scuola di specializzazione, integrando momenti formativi e pratica professionale, coinvolgendo i servizi sanitari regionali”.

L’idea dell’abolizione del valore legale del titolo di studio non è stata abbandonata, proposta che era stata inserita nel programma elettorale 2008 del Popolo della Libertà e ribadito dal ministro del Lavoro Maurizio Sacconi.

Per quanto riguarda Giurisprudenza è stata valutata la possibilità di anticipare il tirocinio all’ultimo anno prima che il futuro avvocato si laurei in modo tale che l’anno di pratica sia solamente uno.

Di parere contrario a questa riforma è il Presidente del Consiglio Universitario nazionale Andrea Lenzi : “Si tratta di un discorso politico che il ministro Gelmini ha fatto con il collega Fazio, senza alcun coinvolgimento della componente tecnica“.

Lenzi avanza dunque l’idea che questi tagli all’iter universitario non siano possibili perchè vi sono vincoli imposti dall’Europa, dove in tutti i paesi il corso di Laurea in Medicina dura 6 anni, e perchè, conclude, sarebbe un’anomalia vedere Odontoiatria passata da 5 a 6 anni e togliere un anno da Medicina.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy