• Google+
  • Commenta
3 luglio 2011

Olimpiadi delle Neuroscienze vinte da una studentessa abruzzese

Ragazzi e ragazze delle scuole italiane, comprese le scuole di lingua italiana all’estero, sono entrati in competizione per stabilire chi ha il “miglior cervello”, su argomenti come l’intelligenza, la memoria, le emozioni, lo stress, l’invecchiamento, il sonno e le malattie del sistema nervoso.

La vincitrice si chiama Rita Di Censo, studentessa abruzzese del Liceo Scientifico Enrico Fermi di Sulmona, che, dopo aver partecipato alle selezioni regionali delle Olimpiadi delle Neuroscienze, presso il Centro Scienze dell’Invecchiamento della Fondazione Università “G.d’Annunzio”, ha guadagnato il primo posto nella classifica nazionale, conquistando fra l’altro, la partecipazione alla fase internazionale che si svolgerà il prossimo 16 luglio a Firenze, dove si troverà a gareggiare in neuroscienze, con altri ragazzi provenienti da tutto il mondo.

L’obiettivo dell’iniziativa, coordinata dalla prof.ssa Maria Mariggiò e dal dott. Simone Guarnieri del Dipartimento di Neuroscienze e Imaging della Sezione Scienze Mediche di Base ed Applicate della d’Annunzio, in collaborazione con la Società Italiana di Neuroscienze (SINS), la DANA Alliance for Brain Initiatives e la European Dana Alliance for Brain Initiatives (EDAB), è di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della ricerca per la cura delle patologie neuro-cerebrali.

Lucia Iorio

Google+
© Riproduzione Riservata