• Google+
  • Commenta
1 luglio 2011

Unibz, Solar Decathlon, l’olimpiade dell’architettura green

C’è anche il CasaClima Research Team della Libera Università di Bolzano nel gruppo che rappresenterà l’Italia a Solar Decathlon, l’Olimpiade dell’architettura green ideata dal Dipartimento di energia degli Stati Uniti, che si svolge alternativamente a Washington e Madrid. I diversi gruppi di ricerca si cimentano nella progettazione e costruzione di edifici autosufficienti che utilizzano solo energia solare e che sfruttano in modo efficiente le risorse naturali.

I prototipi abitativi che le Università di Europa, Africa, Asia ed America proporranno, dovranno essere sostenibili a livello ambientale, economico e sociale. Il team italiano “Med in Italy” è composto dalle Università di Roma 3 e La Sapienza, che si avvarranno della consulenza del gruppo di ricerca del master CasaClima della Libera Università di Bolzano, coinvolto in qualità di Energetical Strategy Consultant. La prof. Cristina Benedetti, direttrice del master, è il Project Engineer del team: “Noi ci occupiamo del comportamento energetico della casa, coinvolgendo nel nostro progetto diverse aziende altoatesine”.

“L’obiettivo è arrivare all’ideazione di una casa che richiami le antiche origini del sud del Mediterraneo confrontandosi contemporaneamente con la contemporaneità”, spiega l’arch. Maria Teresa Girasoli, del CasaClima Research Team, e continua: “I principi di flessibilità sono alla base di questo progetto di casa, che dovrà potersi collocare in diversi scenari urbani, assemblandosi all’occorrenza per ottenere tipologie diverse: dalla monofamiliare alla plurifamiliare.

Nell’estate del 2012 i prototipi in concorso saranno esposti a Madrid, dove saranno valutati sotto 10 punti di vista (decathlon): architettura, aspetti costruttivi, efficienza energetica, bilancio energetico elettrico, confort interno, funzionalità della casa, comunicazione, industrializzazione e fattibilità economica, innovazione, sostenibilità. Vincerà la competizione chi otterrà il punteggio più alto.

Foto: prof. Cristina Benedetti (quinta da sinistra) con il suo gruppo di ricerca (arch. Ilaria Brauer, ing. Elisa Cum, ing. Martina Demattio, arch. Diana Di Palma, arch. Giulia Fatarella, arch. Maria Teresa Girasoli, arch. Maurita Glorioso, arch. Marianna Marchesi, ing. Irene Paradisi, arch. Gabriele Pasetti Monizza, arch. Julia Ratajczak, ing. Matteo Rondoni)

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy