• Google+
  • Commenta
22 agosto 2011

Tutela delle Università Agrarie nel Lazio

Le Università Agrarie sono “beni culturali”, custodi dell’identità socio-culturali e storiche, delle comunità locali, e vanno tutelate nell’ottica di una modernizzazione amministrativa, finalizzata all’efficienza gestionale e alla razionalizzazione della spesa pubblica”.

Questo è quanto ha dichiarato, in un comunicato, il consigliere PDL all’Università di Tarquinia, Alessio Gambetti.

Quindi, -sostiene Gambettinessuna chiusura di Università Agrarie nel Lazio, giù le mani si, ma dalla speculazione politica “trasversale” e non, a buon mercato. Il 12 marzo scorso, sostenni a pieno, la riforma che l’assessore regionale Cangemi (PDL), sta portando avanti, dopo che, per decenni di sinistra alla guida della Regione Lazio, non è mai stato fatto nulla di tutto questo, dimostrando quindi attenzione, verso questi importanti enti, ed è questa, la strada giusta che si sta già percorrendo e che va sostenuta”.

Essa,-spiega il consigliere PDL- si muove, su due direttrici, “la prima”, è quella della “razionalizzazione in termini di spesa pubblica”, “la seconda” è quella della “conservazione e tutela nell’esistere, di questi enti, come, non solo “soggetti culturali”, ma “vigili custodi”, di quella memoria storica, che affonda le radici, nella vita rurale e nell’integrità della proprietà collettiva. Esempio su tutti, di questa riforma, è la riduzione della rappresentanza politica, con l’esempio della nostra Università Agraria, istituita con legge dello Stato post-unitario, 4 agosto 1894 n.42, dove i membri del C.d.A., scenderanno da 20 a circa 10, e la Giunta, da 6 assessori scenderà a 3”.

Bene da sottolineare, -continua Gambettiè la contrarietà, espressa dal Presidente Antonelli, che di critica ha fatto notare, come sui terreni di proprietà collettiva del Comune di Valmontone, siano sorti un outlet e un parco giochi, quindi mi pare di capire, nessuna speculazione sui terreni di demanio collettivo, non è vero?, e sotto nessun’altra forma. In questi giorni –conclude con una promessa – scriverò all’assessore Giuseppe Emanuele Cangemi (PDL), per rinnovare il pieno sostegno, al suo importante lavoro di riforma e di modernizzazione degli enti agrari”.

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy