• Google+
  • Commenta
8 settembre 2011

“Breath Analysis 2011”: L’analisi del respiro umano


Capire e imparare cosa si cela dietro ogni singolo respiro umano. Attraverso un confronto internazionale il convegno “Breath Analysis Summit 2011”, che si terrà a Parma, presso il Centro Congressi del Comune di Parma, da domenica 11 a mercoledì 14 settembre, che vedrà la partecipazione di circa 250 persone da oltre 35 Paesi, sarà possibile esaminare, attraverso diversi punti di vista scientifici, numerose applicazioni derivanti dall’analisi del respiro umano, quali la diagnosi di patologie polmonari e metaboliche, la stima dell’esposizione polmonare ad inquinanti aerodispersi e l’esposizione ad agenti biologici.

Questo congresso, co-organizzato da Università degli Studi di Parma, International Association for Breath Research e Agenzia per la Salute del Comune di Parma, ha lo scopo di fornire, a scienziati con diversa formazione e differenti competenze, la possibilità di presentare i loro lavori scientifici e di scambiarsi opinioni per ottimizzare la ricerca e capire le metodologie e le ricerche legate all’aria espirata.

L’aria espirata, infatti, contiene numerosissime sostanze, di provenienza sia endogena che esogena, utilizzabili a scopo diagnostico in diverse branche della medicina, quali pneumologia, allergologia, pediatria, gastroenterologia, medicina interna e medicina del lavoro. Particolarmente promettenti sono le applicazioni diagnostiche in campo oncologico, in particolare per la diagnosi precoce di tumore polmonare. Altre applicazioni che si prospettano utilissime riguardano l’esposizione ad agenti chimici negli ambienti di vita e di lavoro, attraverso l’impiego di indicatori biologici di esposizione e di effetto precoce assai utili ai fini preventivi.

Particolare attenzione sarà dedicata all’ analisi del monossido di azoto espirato, verso la raccolta e l’analisi dell’espirato condensato e verso lo sviluppo di nuove tecnologie, quali il naso elettronico ed i nano sensori.
Il tumultuoso sviluppo delle potenzialità tecnologiche rende necessario il continuo confronto tra diverse professionalità (medici, chimici, ingegneri) ed ambiti (accademia, centri di ricerca pubblici e privati, industria) per individuare, convalidare e mettere a disposizione della collettività le tecniche più sensibili, specifiche, riproducibili e meno costose, per la pratica routinaria nei vari contesti di intervento.

Il programma del convegno consta di un centinaio di contributi, suddivisi in 34 letture, 26 comunicazioni e 40 posters. Un enorme patrimonio scientifico pronto ad essere discusso e confrontato da alcuni dei maggiori esperti mondiali.

Tommaso Ceruso

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy